OMICIDIO COLELLA: LA PREFETTURA NON RISPONDE, L’AVVOCATO DELLA FAMIGLIA DI VALENTINA RICORRE AL TAR

Carlo Emanuele Caliman

Ricorrerà al Tar per ottenere quanto richiesto, e ancora non ottenuto dalla Prefettura di Latina, in merito all’assunzione di Carlo Emanuele Caliman come agente di polizia provinciale. Così l’avvocato Ferruccio Rizzi, legale della famiglia di Valentina Colella uccisa a Spigno Saturnia il 15 marzo, che lo scorso 25 maggio aveva fatto richiesta alla Prefettura del provvedimento di assegnazione della qualifica integrativa di agente di pubblica sicurezza del 38enne agente, reo confesso dell’omicidio della 25enne Valentina Colella.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Uccide l’ex compagna a colpi di pistola, ARTICOLO e VIDEO – 16 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (L’autopsia: un solo colpo avrebbe ucciso Valentina Colella – 16 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (I funerali di Valentina Colella – 18 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (La famiglia Colella chiede di visionare la documentazione di assunzione nella Polizia Provinciale di Carlo Emanuele Caliman – 4 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Omicidio Valentina Colella, la confessione del “prete” – 16 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Omicidio Colella, consegnata alla famiglia di Valentina la delibera sull’assunzione di Caliman in Polizia – 7 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Omicidio Colella, la famiglia di Valentina prosegue le indagini su Carlo Emanuele Caliman – 14 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Omicidio Colella, l’avvocato della famiglia di Valentina interroga la Prefettura – 1 giugno -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social