Dopo l’accensione del ceppo natalizio continuano le iniziative del Centro socio-culturale Trivio

Dopo l’accensione del ceppo natalizio continuano le iniziative del Centro socio-culturale Trivio

A Trivio, nel pomeriggio della Vigilia di Natale, una piazza Sant’Andrea straripante di gente ha fatto da cornice alla 159esima accensione del ceppo natalizio, alla presenza di numerose autorità, che hanno voluto vivere personalmente questo momento d’intensa identità territoriale, con il sottofondo delle melodiche musiche delle zampogne e del M° Ambrogio Sparagna, l’arricchimento delle coreografie dei ragazzi della catechesi parrocchiale e degli abitanti del Borgo, la degustazione delle “zeppole triulesi” preparate dale massaie locali.

Ed ora attorno “agliù grosso foco, che resterà acceso fino al giorno dell’epifania ad augurare pace e serenità ai “Triviesi” e non solo, tanti gli eventi in programma:

Si parte con la musica degli MBL (musicisti del Basso Lazio) venerdì 27 dicembre alle ore 18.30, presso la Chiesa di Sant’Andrea. La Band Folk, che unisce l’attività musicale al progetto di recupero e valorizzazione dell’identità culturale dell’area Sud del Lazio, ci accompagnerà in un viaggio musicale dalle sonorità primordiali elegantemente miscelate a quelle ritmiche della musica del Sud, dove riescono ad essere protagonisti anche strumenti musicali tipici degli zampognari del Basso Lazio. La serata sarà arricchita dalla degustazione di Salsicce alla brace del Focolare.

Si prosegue sabato 28 dicembre alle ore 16:00 presso la Scuola Primaria Collodi di Trivio. Qui i grandi e piccoli attori del gruppo teatrale del Centro Socio Culturale Trivio portano in scena “Quel Dono… a Natale”, per la regia di Gianluca Lombardi.

‘La pièce, liberamente tratta da un atto unico di Edoardo De Filippo – sottolinea il regista – è la storia di due povere famiglie alle prese con la preparazione delle feste di Natale. Tra gag e risate, si racconterà una esilarante vicenda familiare ricca di emozioni e colpi di scena che ci porteranno alla scoperta di uno dei simboli per eccellenza del Natale: Il dono. Dono inteso come regalo e

presente ma anche come stare insieme, collaborare sostenersi ed amarsi. Un concentrato di umanità reale all’interno di tutto lo spettacolo che ci porterà per mano, ridendo e giocando a svelare un finale a sorpresa che ci svelerà l’essenza di… “Quel dono… a Natale”>.

Alle ore 18.30 ci si sposta in piazza Sant’Andrea intorno al Focolare, per lo spettacolo “I Romani ed il Fuoco ai tempi del paganesimo”. con la collaborazione delle Associazioni Formiana Saxa con un gruppo di Centurioni Romani, e la Sinus Formianus con attori che rappresenteranno i Patrizi Romani

Tradizione, storia e musica il 29 dicembre, ore 17.00, nella piazzetta Fabiani con la sfilata in costumi d’epoca Medievale per il centro storico per terminare in piazza S. Andrea davanti al grande Focolare, ascoltando e ballando la musica popolare de “I Briganti dell’Appia”, degustando le Zeppole fritte, le frittelle e le castagne arrosto preparate in collaborazione con le donne dell’Associazione Culturale Musicale Ricreativa  Mola.

Confronto generazionale, invece, il 2 gennaio 2020, ore 16.00, presso il Centro Anziani di Trivio, con “i Giovani incontrano gli Anziani”  spettacolo dei giovani attori del centro socio culturale con rinfresco finale.

Conclusione per i più piccoli il 5 gennaio 2020, ore 16.00, “Arriva la Befana”, spettacolo di intrattenimento con tutti i bambini della comunità a cura dell’ Associazione Olympia Service, ad ogni bimbo verranno offerti Pop Corn e caramelle.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]