Gaeta e Minturno, domani cittadini in piazza per difendere i Punti di Primo Intervento

Gaeta e Minturno, domani cittadini in piazza per difendere i Punti di Primo Intervento

Sabato 13 Ottobre alle ore 17.00 in Piazza della Libertà a Gaeta si terrà la manifestazione dei Cittadini del Golfo contro la chiusura dei Punti di Primo Intervento degli Ospedali di Gaeta e Minturno.

Il Comitato AntiChiusura che da mesi sta portando avanti questa battaglia mette in guardia i cittadini con una nota stampa.”

Vogliamo avvisare i cittadini del Golfo di stare molto attenti alle bugie che alcuni politici stanno mettendo in giro per calmare le acque, per far calare il silenzio su una questione che a loro dire è risolta, quando invece non lo è per nulla:  “Vi stanno dicendo che la proroga è cosa fatta, ma in realtà non vi è alcun documento ufficiale. Anche se ci fosse tuttavia, vi abbiamo già avvisato che spostare di un anno la chiusura dei Punti di Primo Intervento è un atto inutile, perché se in 5 anni non hanno mosso un dito per la sanità del Sud Pontino, come potete pensare che in poco meno di un anno, chi vi fa queste promesse, riesca a potenziare gli ospedali. Vi stanno dicendo che assessori regionali, consiglieri, Partiti e chi ne ha più ne metta, si recano quotidianamente a Roma dal Ministro per far revocare il decreto 70/2015 che dispone appunto la razionalizzazione del sistema sanitario, ma anche in questo caso sono chiacchiere perché di ufficiale non vi è assolutamente nulla.”

“Allo stato attuale, se proprio vogliamo essere precisi, non vi è nessuna proroga firmata, nessun decreto revocato bensì l’unica cosa certa è che i Punti di Primo Intervento degli Ospedali di Gaeta e Minturno chiuderanno dal 1°Gennaio 2019. Ricordiamo infine ai cittadini, che anche l’ordine dei Medici di Latina, ha espresso alla stampa seria preoccupazione per la chiusura di questi Ospedali, lo dicono i medici che vi curano, fate attenzione. Invitiamo i cittadini del Golfo a non farsi prendere in giro, queste informazioni che vi stanno dando non hanno nulla di concreto, al momento sono solo chiacchiere, intenzioni che rendono ancora più importante la Manifestazione di Sabato. Se infatti saremmo in tanti a far capire che giù nel Sud Pontino ci sono cittadini che capaci di far sentire la loro voce, forse le chiacchiere che si stanno facendo tra Regione e Ministero potranno diventare concrete e potremmo finalmente sperare di avere in tutto il nostro Golfo una sanità degna di questo nome e non depredata, degradata e che addirittura chiude gli Ospedali. Sabato tutti in Piazza della Libertà a Gaeta, ore 17.00, indossate una maglia bianca, per il diritto alla salute è dovere di ogni cittadino alzare la voce.”

Comments are closed.

h24Social