Itri amministrative 2016, Fargiorgio sindaco: ok da FI e parte dell’Udc

Itri amministrative 2016, Fargiorgio sindaco: ok da FI e parte dell’Udc

Il candidato sindaco a Itri, avvocato Antonio Fargiorgio, ha incontrato nei giorni scorsi una foltissima rappresentanza di Forza Italia e parte dell’UDC. Il confronto si è svolto presso il circolo di Itri di Forza Italia e vi hanno preso parte il coordinatore cittadino del partito azzurro Gianfranco Notarianni, numerosi iscritti e simpatizzanti. All’incontro con l’avvocato Fargiorgio era presente una componente dell’UDC (il comitato elettorale del partito della Vela giovedì scorso aveva però rivendicato la scelta del nome del candidato ndr). La candidatura dell’avvocato Antonio Fargiorgio rappresenta il vero autentico rinnovamento per il rilancio della città. Forza Italia ed Udc dapprima, e successivamente una componente di quest’ultimo partito, in vista delle elezioni amministrative che si terranno domenica 5 giugno, hanno da tempo intrapreso un percorso comune nel segno del rinnovamento. Un percorso certamente difficile ma che è stato perseguito con impegno e tenacia, nella convinzione che soltanto un progetto politico serio, studiato nell’interesse della città, possa determinarne quel cambiamento e quel rilancio tanto atteso dall’intera comunità. Il candidato sindaco avvocato Antonio Fargiorgio ha dunque spiegato le ragioni del suo impegno politico nel corso di un intervento autorevole ed appassionato.

Antonio Fargiorgio

Antonio Fargiorgio

Di seguito alcuni stralci del suo intervento: “Sto valutando con entusiasmo di mettermi a disposizione di un progetto nuovo e diverso nei contenuti che mirasse autenticamente al cambiamento. Ora ci sono due strade per confrontarsi con il cambiamento: o subirlo oppure cavalcarlo. Io intendo cavalcarlo. Con forza e tenacia, come un treno deciso a giungere al punto di fermata finale. Il Sindaco rappresenta il punto di sintesi di una progettualità condivisa e partecipata e si muoverà con il massimo impegno per l’attuazione del programma. L’invito di candidarmi è stato dal sottoscritto preso in seria considerazione perché credo che Itri possa davvero voltare pagina. Io intendo metterci la faccia e quando decido una cosa lo faccio con estrema convinzione. Non intendo ovviamente piegarmi alle logiche becere di un vecchio modo di fare politica che di fatto ha determinato la paralisi per questa città. Non appartengono alla mia cultura di cittadino, che decide di impegnarsi in politica, confrontarsi con comportamenti paludosi e melmosi. Itri prima di tutto. Un progetto politico può attuarsi soltanto nella massima condivisione e libertà possibile, contando certamente sull’appoggio dei partiti quale luoghi sacrosanti e trasparenti di dialogo, confronto e sintesi politica. I partiti sono importanti ma quando rispettano il loro ruolo di rappresentanza e cerniera di collegamento tra la città e le sue istituzioni rappresentative. I partiti vengono invece meno al loro compito istituzionale quando si trasformano in congreghe ristrette a poche persone, isolate e lontane dalle esigenze della comunità che loro dovrebbero rappresentare per poi veicolarne i bisogni all’interno delle istituzioni rappresentative. La città reclama a gran voce il cambiamento, un mutamento di passo deciso, limpido e lineare nel perseguimento dei suoi obiettivi. Tutti lo chiedono. Un rilancio vero e non di facciata.

Al cittadino la politica nella sua chiave becera e degenerativa non interessa, come non interessano le vecchie rendite che non mirano al bene comune. Itri può riprendere il suo cammino e preparare un futuro migliore attuando un programma amministrativo condiviso e studiato. Un giusto mix di volti nuovi ed esperti può assicurare stabilità nell’azione amministrativa di governo imperniata su una progettualità e su una squadra che si fonda su un patto fra gentiluomini. Metterò dunque a disposizione della collettività del mio Paese le competenze, le consapevolezze e l’esperienza acquisita anche nella mia attività umana e professionale”.

Un lungo applauso ha accolto l’intervento del candidato sindaco Antonio Fargiorgio, segno tangibile di una perfetta collisione di idee, strategie e programmi tra Forza Italia e parte dell’Udc, che insieme sosteranno con convinzione e passione la corsa dell’avvocato Fargiorgio.

Nei prossimi giorni la delegazione di Forza Italia e una componente dell’UDC incontreranno i rappresentanti del circolo di Itri di “Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale” che già hanno manifestato la volontà di sostenere la candidatura a sindaco dell’avvocato Antonio Fargiorgio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]