TACCONI SUD: ASSEMBLEA PERMANENTE 321 GIORNI… ASPETTANDO IL 15 DICEMBRE

TACCONI SUD: ASSEMBLEA PERMANENTE 321 GIORNI… ASPETTANDO IL 15 DICEMBRE

Presidio delle donne e uomini della Tacconi Sud davanti al Tribunale

Riceviamo e pubblichiamo da Rosa-Emilia Giancola delegata RSU della Tacconi Sud.

“Il tema dell’attesa è nella tradizione cristiana legato al Natale.

Quale Natale attende la Tacconi Sud?…. Intanto aspettiamo il 15 dicembre conoscendo in parte cosa accadrà, probabilmente  un altro difetto di notifica rinvierà ad altra data il nostro destino, tuttavia speriamo che l’eco nazionale della nostra vicenda imbarazzi così tanto il nostro ex datore da spingerlo a presentarsi, ma tale speranza non è sufficiente alla nostra tutela ed è per questo che la segreteria della femca cisl insieme al Sindaco ha richiesto un incontro presso la Regione Lazio per attivare con urgenza una cassa integrazione in deroga al fine di scongiurare il licenziamento di tutte noi al 31/12/2011, data di scadenza dell’attuale Cigs.

L’attesa per noi è quindi sempre la stessa, il fallimento della Tacconi Sud e la conseguente nomina di un curatore fallimentare che diverrà l’interlocutore per il possibile rilancio del sito.

In questa attesa ancora conservo il grado capitano di questo relitto e del suo esiguo equipaggio allo stremo delle forze e avendo il dovere di tenere il diario di bordo di questo naufragio, ho potuto raccogliere e dare voce non solo a questa storia, ma alle tante storie incontrate nella deriva economica di questo territorio, dei tanti lavoratori restati aggrappati agli scogli che lanciando un sos sono saliti a bordo con noi. Sono in molti, ma non so dire loro in quale porto siamo diretti.

So soltanto che prima di urtare con la prua alla fine di questa vicenda, c’è ancora spazio per immaginare una rotta, e fingendo di conoscere le leggi del “mare” immagino la riconversione industriale della Tacconi Sud, la ricollocazione di tutto il suo equipaggio, del valore di questo, non solo in questa lunga attraversata e resistenza, ma anche quando questa fabbrica lottava e resisteva lavorando nelle condizioni più difficili, perché questa resti nella memoria di tutti, soprattutto una storia di dignità e attaccamento al lavoro.

Per questo immagino tutte le istituzioni di questa città pronte a fare di questo relitto, non un operazione di mero consenso, ma il simbolo della rinascita di Latina. Il capitolo di una nuova politica industriale di questo territorio lasciato nudo e devastato dalla logica delle delocalizzazioni, delle finte crisi per compiere operazioni finanziare senza scrupoli. Questo territorio possiede tante piccole imprese di valore e se davvero crediamo nel potenziale delle risorse umane ,allora proprio qui possiamo scrivere una storia nuova, in questa città che nasce come città di frontiera e quindi città del possibile, se davvero crediamo in questo, allora ho la speranza di aver immaginato un futuro di più ampio respiro.

Quando scendendo dal relitto poserò l’ultimo piede sulla terra ferma, e consegnerò i gradi di capitano alla realtà, tornado così alla vita di sempre insieme al resto dell’equipaggio, non ritroverò quello che ho lasciato; per tutte noi questo viaggio ha cambiato per sempre il nostro punto di vista, da dietro quel cancello che chiudemmo per salpare senza sapere dove eravamo dirette abbiamo visto un’altra terra. Ed è per questo che fin da ora mi piace pensare, che tutto quello che ho scritto in queste note possa consegnare il valore di questo sacrificio, perchè le 29 donne della Tacconi Sud restino nella memoria di questa città e in quella di chi incontrandoci cambiò il suo punto di vista”.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Tacconi Sud, presentata l’interrogazione – 6 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Tacconi Sud, firmato al Ministero il decreto per la cassa integrazione – 10 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Tacconi Sud, sale la tensione in vista della prima udienza fallimentare – 21 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Tacconi Sud, buone notizie dopo la prima udienza dal giudice fallimentare – 9 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Svolta Tacconi Sud: ritirata l’istanza di fallimento, c’è un piano industriale – 7 luglio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Tacconi Sud: il giudice dice no al concordato preventivo. Prossima udienza il 10 novembre – 30 settembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Tacconi Sud: udienza rinviata per difetto di notifica. Gianicola, delegata Rsu Femca Cisl: “Stateci vicino” – 10 novembre -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }