FONDI: LEI LO RESPINGE, LUI LE BRUCIA L’AUTO

AGGORNAMENTO – Massimo G., 35enne di Trentola Ducenta (CE),è stato tratto in arresto dagli agenti del Commissariato di Fondi, dopo che il casertano aveva dato fuoco, distruggendola quasi del tutto, l’automobile, Peugeot 206, di proprietà della ex fidanzata, parcheggiata in via Capua, una traversa di via Arnale Rosso, con cui aveva vissuto una esperienza sentimentale che la donna aveva deciso di troncare. Sul posto la squadra 3 A dei Vigili del Fuoco di Terracina.

Era passata da poco la mezzanotte e su Fondi si stava scatenando un rovinosa tromba d’aria, quando lo spasimante rifiutato, anche dopo un pomeriggio trascorso a discutere animatamente e a scambiarsi anche qualche colpo proibito, ha appiccato il fuoco all’autovettura, credendo che il suo gesto restasse impunito in quanto la gente era preoccupata a limitare i danni della tromba d’aria. Ma qualcuno deve averlo visto all’opera e ha chiamato Polizia e Carabinieri del luogotenente Emilio Mauriello. Per una manciata di secondi sono giunti per primi sul posto gli agenti del vicequestore Massimo Mazio che hanno intercettato l’uomo proveniente dalla “Terra di Lavoro”, il quale se ne stava fuggendo a bordo di uno scooter e lo hanno bloccato, tasferendolo presso gli uffici di largo Evangelisti, sede del commissariato. Durante l’interrogatorio che ne è seguito, l’uomo ha confessato il suo gesto teppistico, per cui è stato denunciato per reati contemplati dal caso, incendio doloso, e tradotto presso la casa circondariale di Via Aspromonte a Latina a disposizione dell’autorità gudiziaria, come disposto dal P.M. di turno Eleonora Tortora.


You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]