CISTERNA DI LATINA, LO SEQUESTRANO E GLI ROMPONO LE GAMBE: IN DUE IN MANETTE

A Cisterna di Latina due persone, volti noti, e storici, dello spaccio di stupefacenti, sono state arrestate in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Latina Costantino De Robbio. Nella mattinata di oggi, infatti,  i Carabinieri del locale Comando Stazione, hanno tratto in arresto un 53enne, Gianni Cerasoli, di Cisterna di Latina e un 38enne, Emiliano Di Silvio, di Velletri (RM), in esecuzione del provvedimento di custodia cautelare in Carcere emesso dal Tribunale di Latina, dovendo i due rispondere dei reati di lesione aggravate, sequestro di persona, estorsione e porto abusivo di armi. I due, infatti, alla fine di maggio, sequestravano un ragazzo di 25 anni di Cisterna di Latina trasportandolo in una cava e qui rompendogli le gambe a bastonate così procurandogli gravi ferite guaribili in sessanta giorni. Dopo un’iniziale reticenza, la vittima rivelava ai militari i nomi degli aggressori che procedevano a denuncia. Le successive indagini, nella mattinata di oggi, hanno portato all’arresto dei due autori dell’aggressione già arrestati nel 1999 nell’ambito di un’operazione contro lo spaccio denominata Pitt Bull e per cui Cerasoli fu condannato a sette anni e Di Silvio a sei. I responsabili sono stati associati presso la Casa Circondariale di Latina. Sono in corso ulteriori indagini per verificare la natura del brutale pestaggio forse dovuto a un debito non pagato o a una questione di spaccio per quanto a carico del 25enne aggredito non figurino precedenti specifici.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social