Casa abusiva sugli usi civici, sequestro sul litorale di Fondi

Il comando della polizia municipale

Un manufatto abusivo che stava sorgendo lungo il litorale di Fondi, a poche centinaia di metri dal mare, su un terreno demaniale gravato da usi civici e situato in un’area soggetta a vincolo di natura paesaggistica. Una volta terminato, doveva essere una casa. Ma è stato scoperto per tempo e posto sotto sequestro preventivo dagli agenti della polizia locale.

I sigilli sono stati apposti nella giornata di martedì in località Selva Vetere, in una delle traverse che si estendono partendo da via Guado Bastianelli. La struttura portante, ancora in corso d’opera, era stata costruita in legno e presenta una superficie di 65 metri quadrati, con un’altezza media di tre.

Nei guai è finita una 40enne della Piana, che secondo gli accertamenti posti in essere dagli agenti coordinati dal comandante Giuseppe Acquaro aveva sia il possesso che la disponibilità dell’immobile irregolare.

Nel frattempo, i servizi anti-abusivismo edilizio degli uomini della Municipale continuano su tutto il territorio comunale, con un’attenzione particolare rivolta proprio alle periferie. «Entro non molto, abbiamo intenzione di mettere in campo strumenti ancora più incisivi per contrastare certi fenomeni», anticipa il dirigente del Comando di via Occorsio.