Formia senza maggioranza? L’Amministrazione (per ora) appesa all’appoggio esterno

Formia senza maggioranza? L’Amministrazione (per ora) appesa all’appoggio esterno

Difficile dire se si tratta di una fase del percorso politico-amministrativo della maggioranza civica guidata da Paola Villa o se adesso si è davvero alle battute finali di questo governo cittadino.

Quel che è certo è che la compagine in consiglio comunale di “Ripartiamo con voi” ha abbandonato la maggioranza di Formia. Tre consiglieri hanno di fatto comunicato di uscire ufficialmente dalla maggioranza, tant’è che si attendono le dimissioni anche degli assessori collegati alla civica: ovvero Alessandra Lardo e Pasquale Forte. In una nota, riportata da alcuni media provinciali, il coordinatore Joseph Romano avrebbe addirittura affermato che è finita l’esperienza “organica” all’interno della maggioranza. Una posizione che a molti ha lasciato intendere che malgrado l’uscita, la Villa potrebbe, almeno per il momento, godere di un appoggio esterno.

Ma nei giorni scorsi ha lasciato la maggioranza anche il consigliere comunale di “Formia Vinci” Antonio Capraro. Una fibrillazione continua che, dopo le varie dimissioni di assessori nel corso di questi due anni di Amministrazione e lo “spostamento” di diversi consiglieri, hanno messo in scacco la tenuta dell’Amministrazione, almeno nel computo numerico in consiglio, determinante per portare avanti la macchina comunale.

Certo, l’appoggio esterno – che dovrebbe essere garantito dai fuoriusciti di “Ripartiamo con voi” – potrebbe aiutare a proseguire, ma porterebbe ad una sorta di roulette russa in consiglio comunale, con la possibilità che su ogni voto ci sia il rischio di far impantanare l’azione politica.

Ma mentre dal Comune non c’è ancora un commento su quanto accaduto, corrono voci su presunti consiglieri – oggi all’opposizione – che potrebbero sostenere la maggioranza almeno per qualche mese fino ad una prossima finestra elettorale.

Intanto, altri come Claudio Marciano dal Pd accusa pesantemente: “Con cinque consiglieri in meno a garantire il loro appoggio, l’attuale Amministrazione Comunale non può continuare ad operare. Non è solo una questione matematica, è proprio una questione di dignità”.

Duro anche il commento dell’altro esponente di opposizione che ha perso il ballottaggio nel 2018 con la Villa e oggi con Fratelli d’Italia, ovvero Pasquale Cardillo Cupo che sui social commenta: “Ora speriamo che ci sia almeno la Dignità di andare a casa subito e senza ulteriori pantomime di cui la Città non ha nessunissimo bisogno“.

La verità è che tra frizioni ed equilibri difficili da ritrovare nella maggioranza di Paola Villa, sembra che si tratti di un ulteriore tentativo di logoramento. Difficile al momento capire come vorrà muoversi la prima cittadina: se tenterà di allargare la maggioranza a chi fino ad oggi l’ha sempre contestata, o se procederà con le eventuali dimissioni. O ancora, se preferirà riunire il consiglio comunale e istituzionalizzare la crisi politica in atto.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social