Avviso per il nuovo amministratore della Formia Rifiuti Zero: interrogazione del consigliere Marciano

Avviso per il nuovo amministratore della Formia Rifiuti Zero: interrogazione del consigliere Marciano

L’avviso per la selezione del nuovo Amministratore Unico della ex Formia Rifiuti Zero (ora FRZ) va ritirato, perché illegittimo e inadeguato”. Dato che alla mia segnalazione di giorni fa non è seguita alcuna replica da parte della maggioranza, ho ritenuto di dover protocollare un’interrogazione in merito”.

E’ quanto reso noto in un comunicato stampa dal consigliere del comune di Formia Claudio Marciano.

Claudio Marciano

“L’avviso è illegittimo perché non prevede tra le cause di esclusione quelle comprese nell’art.13 comma 2, 5 e 6 dello Statuto della FRZ. In particolare, l’incompatibilità e inconferibilità a chi abbia svolto negli ultimi venti anni un ruolo politico o abbia avuto un rapporto di lavoro subordinato con il Comune di Formia.

L’avviso è inoltre illegittimo e inadeguato perché non prevede la redazione di una graduatoria di merito, bensì solo di un elenco di idonei, rimettendo nelle mani della Sindaca qualsiasi tipo di decisione, in barba alla meritocrazia e al buon senso. Sebbene non illegittimo, il compenso previsto (mille euro al mese) e la durata dell’incarico, indefinita, sono inadeguate per attirare professionalità e competenze del livello richiesto da un’azienda pubblica con due soci, 80 dipendenti e 7,5 milioni di euro di fatturato.

Con questo avviso, la volontà politica che emerge è quella di interrompere l’autonomia gestionale dell’azienda e di scambiare la professionalità con l’affiliazione, il merito con il manuale Cencelli. Se il Comune di Formia non procederà a ritirare l’avviso, segnaleremo agli organi competenti le incongruenze: non possiamo consentire che una maggioranza divisa e incompetente rovini quanto di buono fatto finora sui rifiuti da tutta la città.

Qui il testo dell’interrogazione.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social