Giornata internazionale delle persone disabili: l’incontro presso l’IPSEOA ‘Celletti’

Giornata internazionale delle persone disabili: l’incontro presso l’IPSEOA ‘Celletti’

Martedì 3 dicembre scorso si è tenuto presso l’IPSEOA “Celletti” di Formia il consueto appuntamento in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità, dal titolo: “Uno sguardo oltre la disabilità: See the person, not the disability”.

Il tema del convegno è stato l’analisi delle opportunità che il nostro territorio offre per la progettazione di percorsi di vita dei ragazzi diversamente abili oltre la scuola superiore. Ha aperto i lavori la Dirigente Scolastica Dr.ssa Monica Piantadosi, sottolineando il ruolo della scuola nel perseguire la diffusione di una vera cultura dell’inclusione, ed ha indicato nel progetto “Insieme si può – la scuola per il territorio”, che l’IPSEOA realizza in collaborazione con la Cooperativa Sociale “Nuovo Orizzonte”, un efficace strumento per il raggiungimento di questo obiettivo. Ha presenziato la Dr.ssa Emiliana Bozzella, che ha portato i saluti dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Latina, e si è congratulata per l’ottimo lavoro che l’IPSEOA “Celletti” fa sul territorio a favore degli studenti disabili e delle loro famiglie.

La prof.ssa Anna Buonaiuto ha affrontato il tema della necessità di una sinergia tra gli enti locali, la scuola, il terzo settore, per prospettare un futuro dignitoso e autonomo per le persone con fragilità. Interessante l’intervento della prof.ssa Orietta Brongo, responsabile presso l’IIS Fermi-Filangieri di Formia per i Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO – ex alternanza scuola-lavoro), che ha prospettato una progettualità che possa coinvolgere tutte le scuole superiori del territorio nella realizzazione di percorsi individualizzati di formazione socio-relazionale e professionalizzante per gli studenti con disabilità in uscita dal percorso scolastico.

Sono intervenuti, presentando le esperienze degli enti di appartenenza, il Sindaco di Spigno Saturnia Salvatore Vento e la delegata alle politiche per l’inclusione del Comune di Minturno Dr.ssa Laura Miola; la Presidente della Cooperativa Sociale “Nuovo Orizzonte” Anna Pagano e  il Presidente della Cooperativa Sociale “Osiride” Dr. Ciro Maisto: questi ultimi hanno parlato dello sviluppo di un progetto di tirocinio lavorativo per una ragazza con sindrome Down presso l’asilo comunale di Spigno Saturnia, in corso di svolgimento.

Sono poi intervenuti Carlotta Di Russo, dell’associazione “Cantieri Sociali”, che ha illustrato il progetto “Tutti a scuola”, a cura della Fondazione “Con i Bambini” e del CSV Lazio, per il coinvolgimento di tutta la comunità educante negli interventi di sostegno alle povertà educative che caratterizzano la società odierna; la dr.ssa Daniela Di Pirro con Chiara Recco, giovane donna paraplegica, che è riuscita con impegno e caparbietà a creare il sito “Disabilmente.it: oltre la tetraparesi spastica e/o distonica”, e che ha coinvolto la numerosa platea con la sua testimonianza di vita. Interessante l’intervento della Dr.ssa Katia Macelloni, interprete LIS e Assistente alla Comunicazione presso l’IPSEOA “Celletti”: ha illustrato come la Lingua dei Segni possa diventare un importante strumento di sviluppo della comunicazione, se diffusa non solo tra gli studenti sordi, ma anche tra i giovani udenti e tra i diversi soggetti della scuola nel suo complesso. Infatti da anni si occupa di promuovere una interessante attività di sensibilizzazione alla LIS nella comunità scolastica, i cui frutti si sono rivelati anche con concreti  risultati sull’orientamento post-scuola di diverse alunne dell’IPSEOA che, dopo il diploma, hanno scelto di approfondire il percorso nel campo della disabilità sensoriale, ed ora lavorano nel settore. 

La dr.ssa Stefania Paone del CESMA di Formia ha illustrato, in chiusura, le opportunità offerte dalla normativa vigente per il collocamento mirato, ma non ancora colte appieno dalle aziende e dagli enti locali anche a livello nazionale. La prof.ssa Buonaiuto, che ha coordinato i lavori, ha ribadito come il ruolo della scuola sia fondamentale nello sviluppo di una cultura dell’inclusione, in collaborazione con il terzo settore e con quella parte della “buona” politica che con un’azione “virtuosa” può fare la differenza nella società civile. Un ultimo spazio è stato dedicato alle associazioni presenti, tra cui l’AIPD di Frosinone, l’Associazione “La Normalità” e  “Libero Autismo” di Formia, con l’intervento della Presidente Laura De Fabritiis, che ha commentato l’utilità di momenti di riflessione come quello proposto, e da genitore ha testimoniato la sua soddisfazione per il lavoro di qualità che quotidianamente viene svolto all’IPEOA “Celletti” al fianco degli studenti con diversa abilità.

Tutti i ragazzi del progetto “Insieme si può – La scuola per il territorio” sono stati i protagonisti della giornata, suddivisi tra i diversi gruppi in servizio: per l’ accoglienza dei partecipanti al convegno, per il servizio di sala nel corso del coffee-break, per la gestione della postazione di vendita di oggettini natalizi, realizzati dagli stessi ragazzi, fino alla esibizione finale nella performance del coro TeatraLIS dell’Istituto, con la canzone “Come Neve” di Giorgia, interpretata dal gruppo integrato del Laboratorio Teatrale tenuto dagli operatori esperti della Cooperativa “Nuovo Orizzonte”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social