Formia e la scherma sul tetto italiano: intervista al neocampione nazionale di spada Andrea Russo (#VIDEO)

Formia e la scherma sul tetto italiano: intervista al neocampione nazionale di spada Andrea Russo (#VIDEO)

E’ arrivato al successo italiano dopo una cavalcata perfetta lo spadista formiano Andrea Russo, laureatosi Campione Italiano Assoluto di Spada, portando alto il nome della Scherma Formia.

Un successo che premia tutti, dall’atleta, alla squadra, ai preparatori e ai numerosi supporter.

Una cerimonia speciale per festeggiare il neo campione italiano assoluto di spada Andrea Russo e l’annata memorabile del Club Scherma Formia.

In una sala Sicurezza gremitissima di tanti giovani allievi della società biancazzurra i ricordi indelebili si sono intervallati in un pomeriggio dalle forti emozioni in cui l’Amministrazione Comunale ha omaggiato i campioni che hanno dominato quest’anno la scena nazionale. Le attenzioni particolari erano tutte per Andrea Russo, che giusto una settimana fa sulle pedane di Palermo era salito sul gradino più alto del podio riportando il tricolore di spada in città a distanza di 24 anni dal suo concittadino Andrea Di Russo che vinse a Milano nel ‘95. Un passaggio di consegne che è stato celebrato in Comune con una festa suggestiva. Erano presenti il sindaco Paola Villa, l’assessore allo Sport Alessandra Lardo, il presidente del consiglio comunale Pasquale Di Gabriele, il presidente della commissione sport Simone Troisi, il maestro del Club Scherma Formia Francesco Leonardi e il consigliere FederScherma Lazio Aldo Terranova. In apertura dell’evento il sindaco Paola Villa ha testimoniato come Formia quest’anno abbia regalato grandi soddisfazioni, ricordando la promozione in serie B (prima volta in assoluto) del Meta Baskteball e la crescita di altre discipline importanti del territorio. 

“Il nostro Andrea Russo ci ha regalato una gioia immensa – ha affermato il sindaco – Ha vinto la finale contro un portacolori dei Carabinieri. Agli Assoluti erano presenti tutti i migliori specialisti che nascono nelle Forze Armate, quindi hanno le possibilità economiche e strutture dove allenarsi. Andrea proviene dal Club Scherma Formia e con notevoli sforzi è riuscito a compiere una grande impresa. Ritornare a conquistare il titolo italiano a distanza di 24 anni dall’oro di Milano del suo quasi omonimo Andrea Di Russo è un qualcosa di unico. Da Milano a Palermo e al centro dell’Italia c’è Formia”. 

Emozione nelle parole di Andrea Russo: “Per me è un onore essere qui dove si festeggia lo sport formiano. Sono orgoglioso di rappresentare questa città e di aver portato Formia alla ribalta e sul podio più alto assieme ai gruppi sportivi militari che erano molto più quotati”.

Il mio sogno da ragazzino? “Era scrivere il mio nome nella storia di questo sport e posso dire di averlo fatto. Nell’albo d’oro degli Assoluti dell’anno 2019 ora c’è il mio nome e questo non potrà mai toglierlo nessuno. Grande merito va ai maestri Michele e Francesco Leonardi e sono felice che ci siamo ritrovati io e Andrea Di Russo per festeggiare questo particolare momento. Sono fiero di questo club e come ho detto ad Andrea ora l’ho eguagliato e ora punto a superarlo. La prossima stagione farò tutta la Coppa del Mondo che porterà diretta alle Olimpiadi di Tokyo. Chissà…”. 

Russo è stato premiato con una targa celebrativa dal sindaco Paola Villa che riportava la scritta: “I limiti esistono solo nell’anima di chi è a corto di sogni”: un grazie immenso come il nostro mare. E’ stato proiettato inoltre il video degli Assoluti di Palermo della vittoria dello spadista pontino.

L’assessore allo Sport Alessandra Lardo si è complimentata con il Club Scherma Formia per i traguardi raggiunti. “E’ una società storica, importante del nostro territorio, soprattutto per il lavoro brillante che fanno con i tantissimi ragazzi anche molto giovani che si avvicinano a questa disciplina molto bella e particolare che richiede tanto impegno e sacrificio. Siamo stati onorati di attribuire questi riconoscimenti a questi atleti che hanno portato il nome di Formia a livelli altissimi. Questi ragazzi si autosostengono e quindi è un grande sacrificio loro e delle famiglie e ci teniamo a ricordarlo”.

Un passaggio di consegne con Andrea Di Russo, oro agli Assoluti nel 1995, che è stato insignito della targa dall’assessore Lardo: “Una società che mi è rimasta nel cuore e che porterò sempre con me”, ha spiegato commosso l’ex spadista. 

“E’ stata una stagione fantastica – interviene il maestro Francesco Leonardi che insieme al papà Michele sono stati premiati dalla consigliera Eleonora Zangrillo – La vittoria di Andrea a Palermo ha rappresentato la ciliegina sulla torta e siamo veramente contenti perché alle spalle c’è un grande lavoro di squadra anche con altri collaboratori che mi stanno aiutando in questo percorso di crescita. Splendida è stata anche la promozione nella serie A1 sempre di spada del trio composto da Gianfilippo Di Nucci, Andrea Russo e Lucio Rasile. Un motivo d’orgoglio per noi e per la città. Siamo contenti di aver portato in alto il nome di Formia”. 

Il trio è stato premiato dal consigliere e presidente della commissione Sport Simone Troisi. Momenti emozionanti si sono vissuti nella parte conclusiva quando la sciabolatrice Martina Petraglia (Fiamme Gialle), ha ricordato i momenti trascorsi con il Club Scherma Formia, la sua prima società.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social