Concessioni demaniali “facili”, funzionari comunali assolti

Concessioni demaniali “facili”, funzionari comunali assolti

Assolti perché il fatto non sussiste. Si è concluso così, davanti al Tribunale di Latina, il processo ai funzionari comunali di Ventotene, Pasquale Romano e Luigi Cirilli, accusati di abuso d’ufficio per le autorizzazioni stagionali a occupare il demanio marittimo rilasciate a numerosi ormeggiatori nel 2011 e nel 2012.

Alla luce delle indagini svolte dai carabinieri della locale stazione, secondo il pm Giuseppe Miliano, Romano come capo area tecnica e servizi turistici e appalti e Cirillo come capo area settore urbanistica e demanio avrebbero rilasciato otto autorizzazioni nel 2011 e 14 nel 2012, tutte della durata di 30, 60 o 90 giorni, senza alcuna pubblicizzazione delle domande e senza un’apposita istruttoria, evadendo di fatto le regole della concorrenza e le procedure ad evidenza pubblica, particolare che avrebbe dato vantaggi ingiusti agli occupanti degli specchi acquei beneficiari dei provvedimenti.

L’avvocato Luca Scipione, difensore dei due imputati per i quali il pubblico ministero Marco Giancristofaro ha chiesto la condanna a un anno di reclusione, ha sostenuto invece che, come più volte evidenziato dal Tar e dal Consiglio di Stato, per le concessioni demaniali temporanee non è necessaria alcuna gara.

Il difensore ha inoltre precisato che non vi erano stati favoritismi, essendo state rilasciate le autorizzazioni a tutti quelli che ne avevano fatto richiesta.

Tesi condivise dal Tribunale, che ha assolto Romano e Cirillo.

Comments are closed.

h24Social
[ff id="2"]