Ombre di commissariamento sull’autorità portuale, verifiche dal Ministero #VIDEO

Giovedì pomeriggio consiglio comunale a Formia sul tema. Il sindaco di Gaeta: “Spero che il presidente rimanga”

Ombre di commissariamento sull’autorità portuale, verifiche dal Ministero #VIDEO

Tira aria di commissariamento presso l’Autorità di sistema portuale del Tirreno centro settentrionale che comprende i porti di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta. Il fatto – secondo diverse ricostruzioni giornalistiche – sarebbe da ricercare nella decisione di un’indagine ministeriale predisposta dal responsabile dei trasporti Danilo Toninelli per indagare sulla governance della struttura. Le possibilità di un commissariamento ci sono, anche alla luce del fatto che ad essere messo sotto la lente di ingrandimento c’è proprio Francesco Maria Di Majo presidente dell’ex Autorità portuale del Lazio, che nelle scorse settimane è risultato iscritto nel registro degli indagati. Ma forse, la questione rimane oltre che di gestione, nel senso stretto del termine, anche politica. In realtà, nella comunicazione arrivata dal Ministero attraverso una pec, sembrerebbe venga chiesta solo una stanza dove gli ispettori possano operare avendo un ufficio a disposizione per le verifiche. Quindi, seppur il commissariamento possa avvenire in un prossimo futuro, è tutto da verificare.

Il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, intercettato ai nostri microfoni ha detto la sua sulla questione dell’autorità portuale, ma ancor più sulle voci del commissariamento e su come il territorio del Golfo si pone in questa vicenda: “Io credo che i porti locali vadano avanti perché esiste un mercato per le aziende che sono sul territorio. Spero che il presidente Di Majo rimanga, perché è una persona con la quale si può dialogare. Se ovviamente dovesse avvenire questo – ha proseguito Mitrano facendo riferimento al commissariamento – spero che ci sia un immediato cambio di management, perché i porti non possono subire l’inefficienza di un governo centrale”

Nel frattempo continuano le prese di posizioni, analisi, valutazioni, anche e soprattutto di natura politica, sul pontile petroli del Golfo di Gaeta. Quest’oggi a Formia si svolgerà un consiglio comunale definito – dalla prima cittadina Paola Villa – “aperto”. Al centro della discussione ci sarà proprio la delocalizzazione del Pontile petroli Eni, perché come spiega in un post Facebook il sindaco “è nell’interesse di tutti”. Quindi sarà compito della politica discutere nel merito della vicenda che in queste settimane continua a tenere banco nelle varie città del Golfo e dove ogni amministrazione ha un’idea o una sfaccettatura diversa da mettere a sistema, almeno in quel quadro politico che serve su un grande tema territoriale come questo. Quello della Villa sembra molto chiaro, come è chiara la foto che ha impostato come immagine di copertina, che vede un insieme di vele nel mare del golfo di Gaeta e recita testualmente “no pontile petroli nel NOSTRO stadio del vento”.

A PAGINA 2 L’INTERVISTA VIDEO DEL SINDACO MITRANO

A PAGINA 3 IL POST FACEBOOK DEL SINDACO VILLA

Pagina: 1 2 3

You must be logged in to post a comment Login

h24Social