Fondi, il Pd perde Parisella: martedì in consiglio l’adesione al “misto”

Il consigliere comunale lascia il gruppo del partito. Alla base della scelta questioni di carattere politico

Fondi, il Pd perde Parisella: martedì in consiglio l’adesione al “misto”

Il già precario Pd fondano, che pare vivere le stesse viscerali divisioni e frizioni di quello nazionale seppur con percentuali più ridotte, perde un pezzo. La notizia era nell’aria già da qualche tempo, il consigliere comunale Luigi Parisella, passa al gruppo misto. La notizia era rimbalzata negli ambienti politici nei giorni immediatamente successivi a ferragosto. Poi le ferie e la piatta politica locale, avevano coperto l’eventuale nervo scoperto in casa di quella che dovrebbe rappresentare la principale opposizione all’amministrazione locale.

Parisella che ricordiamo era nato politicamente nel centrodestra, poi candidato con la lista Progetto Fondi, tra i fondatori del circolo locale del partito di Fini Futuro e Libertà per l’Italia, era finito per candidarsi nella lista del Partito Democratico, diventandone anche una figura influente dell’attuale segreteria. Indiscrezioni mai confermate nell’epoca precedente l’adesione ai Dem, raccontavano di una possibile adesione al centrodestra “ufficiale” – quello che poi avrebbe rivinto le elezioni confermando De Meo a sindaco.

Negli ultimi periodi, lo spostamento su posizioni più critiche, fino ad arrivare ad alcune esternazioni sovraniste e di elogio alla linea politica del nascente governo giallo-verde. Ospite alla trasmissione radiofonica di Radio Antenna Musica “La Campanella” lo scorso giugno, aveva parlato di un Pd che a suo avviso avrebbe dovuto rivedere le proprie posizioni ad esempio: sulla critica alle linee di Lega e Cinque Stelle e sulle sanzioni alla Russia di Putin.

La questione dell’addio al gruppo del Pd, secondo ambienti vicini al partito, non può che leggersi in una sfiducia nelle linee del soggetto politico progressista. La questione dell’adesione al gruppo misto, sarà oggetto del punto due dell’ordine del giorno del consiglio comunale convocato dal presidente dell’assise civica Onorato De Santis per martedì 25 settembre alle ore alle ore 18 nella sala Einaudi. Consiglio, che oltre alla questione politica e all’approvazione dei verbali della seduta precedente, vedrà ben altri cinque punti all’odg: tra questi le interrogazioni e interpellanze e questioni principalmente di carattere economico e di bilancio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social