Gaeta, falliti i Cantieri Navali del Golfo

Gaeta, falliti i Cantieri Navali del Golfo
*Cantiere Cng Lungomare Caboto*

*Cantiere Cng Lungomare Caboto*

Un’altra storica azienda operante a Gaeta da 31 anni chiude i battenti. È arrivato già da qualche giorno infatti il parere negativo da parte del tribunale di Latina sul concordato preventivo presentato dalla proprietà Cng per scongiurare il fallimento.

Ciò perchè evidentemente il piano di rilancio dell’amministratore Romano Caputi non ha convinto l’autorità giudiziaria che attendeva, sulla base di questa proposta, di esprimersi sul salvataggio o meno dell’impresa che costruiva imbarcazioni, la Cantieri navali del Golfo, appunto.

*Cantiere Cng via Sant'Angelo*

*Cantiere Cng via Sant’Angelo*

Il fallimento è arrivato, e così i venti dipendenti della società sono rimasti senza lavoro. Tuttavia a fronte dell’obiettivo di ottenere la cassaintegrazione almeno fino al 31 dicembre scorso, i sindacati che hanno in carico la gestione della crisi occupazionale, rappresentati da Massimo Purificato della Feneal-Uil e da Giustino Gatti della Filca-Cisl, sono riusciti ad incassare l’attivazione dell’ammortizzatore sociale fino alla conclusione dell’anno in corso. Per il futuro, ovviamente, la priorità è quella di ricollocare i neo disoccupati della Cng in altre realtà. Compito arduo se nel frattempo non vengono avviate nuove attività commerciali o imprenditoriali sul territorio, com’è presumibile aspettarsi data la profonda crisi.

*Italcraft*

*Italcraft*

Discorso analogo a quanto è accaduto e accade ad esempio per l’Italcraft, dove, dopo già diversi anni di sostegni sociali, e anche qui il sopraggiunto fallimento, gli stessi referenti sindacali hanno ottenuto altri tre mesi di cassaintegrazione per i 45 dipendenti degli ex cantieri navali, passati nel frattempo di mano fino all’ultimo proprietario in ordine di tempo Fabrizio Perrozzi, che poggiano su suolo demaniale. Anche in questo caso il problema, al di là dell’emergenza rappresentata dall’ottenere una entrata immediata, è sempre quella della ricollocazione proporzionalmente legata alla possibilità di riutilizzazione del sito demaniale con la programmazione di altre attività.

Per ora entrambe le ex storiche realtà imprenditoriali gaetane sono tristemente chiuse e responsabili della perdita del lavoro di quasi 70 persone e quindi redditi famigliari. E per entrambe non ci sono in vista nuove riconfigurazioni imprenditoriali che lascino intravedere l’offerta di nuovi posti di lavoro. Una crisi feroce che sta letteralmente distruggendo il tessuto economico, occupazionale e sociale del comprensorio. Sorte toccata ad altre importanti aziende che vanno a ingigantire la già preoccupante situazione relativa alla disoccupazione.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta, Cantieri Navali del Golfo: siglata la cassa integrazione. Le precisazioni dell’amministratore unico e le accuse al Sindaco – 6 dicembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Cantieri Navali del Golfo in crisi: appello del sindaco Mitrano agli amministratori – 3 dicembre 2013 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Gaeta, lavoratori Cng senza stipendio e cassaintegrazione. Incontro in Comune – 3 dicembre 2013 -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]