OMICIDIO PANDOLFO, LA DIFESA DI PASCALE RICORRE IN APPELLO

OMICIDIO PANDOLFO, LA DIFESA DI PASCALE RICORRE IN APPELLO
*La scena del delitto*

*La scena del delitto*

È attesa per la fissazione dell’udienza da parte della Corte d’Assise d’Appello di Roma a cui la difesa di Mirko Pascale è ricorsa impugnando la sentenza dello scorso 9 aprile che vede condannato in primo grado il 25enne castelfortese per l’omicidio di Fiore Pandolfo, il 30enne padre di due figli e titolare a Santi Cosma e Damiano di un’attività di recupero di ferro vecchio, freddato con dodici colpi di pistola la notte del 18 febbraio del 2012 in via Vellota, una stradina immersa nella campagna sancosmese.

Per quella sanguinosa vicenda, al momento Pascale dovrà scontare 18 anni di carcere, pena ridotta di un terzo poiché il processo su richiesta dello stesso imputato si è svolto secondo la formula del rito abbreviato. È bene ricordare che nel corso dell’udienza preliminare, il giudice Nicola Iansiti aveva escluso l’aggravante della premeditazione, riconoscendo l’omicidio volontario, oltre il reato di porto d’armi abusivo, in quanto la pistola – seppure regolarmente detenuta – poteva essere trasportata solo per recarsi unicamente al poligono di tiro.

*Mirko Pascale*

*Mirko Pascale*

*Fiore Pandolfo*

*Fiore Pandolfo*

Partendo proprio da questo punto che la difesa, rappresentata dall’avvocato Monica Piacentini di Roma, ha imbastito il ricorso teso ad ottenere un’ulteriore riduzione della pena. La richiesta si articola sostanzialmente su due punti: il riconoscimento delle attenuanti generiche, in quanto il 25enne castelfortese all’epoca dei fatti era incensurato; il riconoscimento delle attenuanti relative all’esercizio putativo della legittima difesa. Un punto, quest’ultimo, estremamente importante per la difesa, secondo la quale Pascale avrebbe agito per paura di finire ammazzato, adducendo che già in passato era stato oggetto di minacce.

Stando alla cronaca, invece, quella sera Fiore aveva deciso di intervenire in aiuto del fratello più piccolo, Lucio: Pascale voleva fargliela pagare per aver messo gli occhi addosso alla sua ex fidanzata, una ventunenne del posto. Ma durante la sua ricerca si è imbattuto in Fiore. Il castelfortese se lo è visto venirgli contro, ha così estratto l’arma, regolarmente denunciata per attività sportiva, e ha fatto ripetutamente fuoco.
LA VICENDA

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Omicidio a Santi Cosma e Damiano: ucciso a colpi di pistola un 30enne – 19 febbraio 2012-)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Omicidio Pandolfo. Parla il legale dei familiari della vittima – 20 febbraio 2012-)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Santi Cosma e Damiano, omicidio Pandolfo: eseguita l’autopsia – 21 febbraio 2012-)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Santi Cosma e Damiano, omicidio Pandolfo: un minorenne nell’auto dell’assassino – 21 febbraio 2012-)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Santi Cosma e Damiano, omicidio Pandolfo: celebrati i funerali del 30enne Fiore – 22 febbraio 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Santi Cosma e Damiano, omicidio Pandolfo: Pascale interrogato in carcere – 22 febbraio 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Santi Cosma e Damiano, Omicidio Pandolfo: altri due possibili indagati – 28 febbraio 2012-)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Santi Cosma e Damiano, Omicidio Pandolfo: la difesa di Pascale al Riesame per ottenere la scarcerazione – 6 marzo 2012-)

***ARTICOLO CORRELATO*** ((Santi Cosma e Damiano, Omicidio Pandolfo: il 15 marzo Pascale al Riesame – 10 marzo 2012-)

 ***ARTICOLO CORRELATO*** (Santi Cosma e Damiano, Omicidio Pandolfo: la difesa di Pascale rinuncia al Riesame – 15 marzo 2012 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Santi Cosma e Damiano, Omicidio Pandolfo il 9 aprile in Corte d’Assise a Latina – 14 marzo -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Santi Cosma e Damiano, omicidio Pandolfo: Pascale giudicato con rito abbreviato – 8 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Santi Cosma e Damiano, omicidio Pandolfo: Mirko Pascale condannato a 18 anni – 9 aprile -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social