LA CAPORICCIO CHIUDE BENE E RESTA ALLA FINESTRA

Chiude bene il suo campionato l’HC Caporiccio Fondi, che nell’ottava giornata di ritorno del campionato nazionale di serie A1 batte nettamente il Città Sant’Angelo e riaggancia in vetta alla classifica il Romagna, che osservava il turno di riposo. Sarà decisivo dunque l’ultimo turno di sabato prossimo, quando i rossoblù riposeranno e i romagnoli potranno nuovamente superarli vincendo a Palermo. Il tecnico fondano De Santis aveva chiesto ai suoi una prestazione all’altezza delle loro possibilità, per ringraziare gli appassionati che li hanno seguiti calorosamente per tutta la stagione e per vendicare sportivamente la sconfitta rimediata in terra abruzzese nel girone di andata; e i suoi hanno risposto nella maniera migliore, soprattutto nel primo tempo, mettendo alle corde un Città Sant’Angelo mai in grado di impensierire i padroni di casa. Sin dai primi minuti, infatti, i rossoblù dimostravano la loro superiorità, grazie soprattutto a una fase difensiva senza sbavature che concedeva quasi nulla agli avversari.

IL MATCH

Il punteggio prendeva subito una chiara direzione: 3-0 per la Caporiccio dopo 3’, 7-2 al 9° minuto di gioco; D’Arcangelo e Milosevic, sulla panchina abruzzese, provavano diverse soluzioni sia in attacco sia in difesa, ma nulla potevano contro la determinazione degli uomini di De Santis. Così, nonostante la doppia marcatura individuale ordinata dai tecnici angolani, il divario in favore dei rossoblù sia ampliava fino al 21-11 con cui si chiudeva la prima frazione di gioco.

La ripresa iniziava come era finito il primo tempo: i fondani non rallentavano il ritmo e, nonostante alcune buone trame offensive, gli abruzzesi non riuscivano a riaprire la gara e vedevano il loro svantaggio aumentare fino al 33-19 registrato a metà ripresa. Un calo di tensione dei locali e una reazione d’orgoglio degli ospiti fruttavano un parziale esterno di 4-0 che riportava a dieci le lunghezze di distanza tra le due squadre a 10’ dalla fine. Seguivano alcuni minuti in cui entrambe le squadre sbagliavano qualcosina di troppo, ma erano ancora i padroni di casa a siglare l’ultimo allungo che li portava a chiudere sul 41-29 finale e a raccogliere il meritato applauso del pubblico presente.

LE DICHIARAZIONI

Si mostra soddisfatto il tecnico fondano De Santis: “Come detto alla vigilia non era una partita facile, sia per lo spessore degli avversari sia per la condizione psico-fisica di alcuni dei miei ragazzi. Devo dire che tutti hanno risposto al meglio, facendo quello che avevo chiesto; probabilmente il +14 a metà secondo tempo e il +12 finale, con i 41 gol fatti, ha tratto in inganno qualcuno e fatto pensare che l’avversario non fosse all’altezza. Come sempre accade però vanno visti soprattutto i meriti della squadra, che già dal primo tempo ha condotto senza sbavature: mi sento quindi di dire che il risultato è stato sacrosanto merito della nostra squadra e non demerito altrui, ricordando che il Città Sant’Angelo è meritatamente terzo in classifica”.

L’HC Caporiccio chiude dunque il campionato con due sole sconfitte, con il miglior attacco, quasi 35 gol di media segnati a partita, e la seconda miglior difesa, e dopo aver sfiorato le semifinali di Coppa Italia. Il tecnico fondano commenta: “Con i diversi problemi avuti, non posso che dichiarare che è stato un anno positivo in cui è mancato un pizzico di quel qualcosa in più che l’avrebbe trasformato in eccezionale”.

Non si ferma qui De Santis nell’analisi della stagione: “Come ho detto alla società e ai ragazzi, vincere in casa con il Romagna e perdere fuori ci sta; quello che purtroppo un campionato come il nostro non permette sono altre sconfitte, come successe a noi proprio a Città Sant’Angelo dove per grande merito degli avversari unito ad un nostro calo uscimmo sconfitti. E’ curioso notare che nel girone A della serie A1 vincerà una squadra che avrà collezionato tre sconfitte, mentre nel nostro con solo due si rimane al palo”.

Le recriminazioni tuttavia lasciano presto spazio ai complimenti per gli avversari: “Devo comunque rendere merito al Romagna Handball per il grande campionato che ha disputato e sta disputando, avere a questo punto della stagione una sola sconfitta è sinonimo di grande squadra. Per giunta poi sono riusciti a vincere le ultime tre gare dopo essere stati sotto per buona parte del match, contro di noi, Città Sant’Angelo e Gaeta: si tratta di un segnale forte che la squadra merita la serie superiore, come del resto sono convinto che la meriterebbe anche la mia squadra”.

Per il prossimo futuro De Santis non si fa illusioni: “Non credo a cali di tensione dei nostri avversari a questo punto della stagione; manca una partita e il Palermo, ormai salvo e ampiamente sconfitto all’andata, non credo possa impensierire una squadra esperta come il Romagna”.

IL TABELLINO

HC Caporiccio Fondi – Pallamano Città Sant’Angelo 41-29 (p.t. 21-11)

HC Caporiccio Fondi: Pinto 2, Riccardi, Panariello 2, Campins 4, Vieyra 5, Gionta, Molineri 8, Di Manno S. 9, Pestillo 1, D’Ettorre 5, Di Manno G. 3, Di Manno V. 1, D’Angelis, Zizzo 1.

All: De Santis

Città Sant’Angelo: Giansante, Rigante 2, Facchini 1, Presutti 3, Menna 5, Manuel Gabriele 3, Remigio 1, D’Arcangelo, Marcello Gabriele 7, Zacchini 1, Collevecchio, Pieragostino 6.

All: D’Arcangelo – Milosevic

Arbitri: Vairo e Balzano di Salerno

You must be logged in to post a comment Login

h24Social