DISDETTA FONDI: MARZOCCHI P.G.GROUP SCONFITTA 3-1 DALL’ANGUILLARA

*Valente*

Volley Anquillara – Marzocchi-P.G. Group       3 – 1 (25-15;25-20;20-25;25-21)

Volley Anquillara: Artingnelli, Ascensao Silva M., Ascensao Silva R., Cesareo, Gemma, Ippoliti, Mosetti(k), Pelliccioni, Scalambretti, Stamenkovic, Flamini(l1), Francaleoni(l2)
– 1°all. Ferretti – 2°all. Brancaleoni

Marzocchi-P.G. Group: Alla, De Filippis, Draganova, Fiore, Imputato, Lestini, Lucioli, Mancini, Massarone, Rosati (l), Valente (k), Vaccarella : 1° all. Savastano

E stavolta il Fondi spreca una buona occasione per portare a casa punti importanti in chiave salvezza e esce dal campo con il rammarico di non aver saputo approfittare sino in fondo di una prova positiva per molti aspetti e che avrebbe meritato miglior sorte. Nonostante affrontasse un Anguillara che forte della sua terza posizione in classifica, aveva iniziato il match a spron battuto, mettendo alla frusta la compagine pontina, la Marzocchi-PG Group riesce a reagire ad un primo set nel quale l’aggressività delle padroni di casa travolge le ospiti sin dall’inizio. Il set è senza storia, con le anguillaresi che giocano a mille sin dal primo punto, e prima che le ragazze del Fondi trovino le misure,sono già avanti per 9 ad 1. Il set viene praticamente chiuso dopo le prime battute.

Lentamente la Marzocchi inizia a riprendersi dallo stallo iniziale, e seppur sempre indietro nel punteggio, nel secondo parziale inizia a far vedere parte del lavoro svolto in palestra e tanta voglia di non sfigurare. Dopo un inizio in cui l’Anguillara pare l’unico padrone del campo, le fondane iniziano a trovare le misure al campo e alle avversarie e lentamente inizia l’opera di recupero nel punteggio. Savastano prova a cambiare qualcosa in banda con Mancini per Lucioli, ma è tutto il team fondano a reagire. Ma come spesso accade, l’avversario oramai è troppo avanti nel punteggio e seppur con grande fatica,tiene i 4/5 punti di distacco sino alla fine del set, portandosi sul 2 a 0.

La Marzocchi-PG Group non si perde d’animo e continua a giocare con la stessa intensità, e sempre con Mancini stavolta al posto di Imputato, riesce a dare continuità al suo gioco. I due centri Lestini e Draganova murano e toccano tanti palloni e nel 3° parziale non c’è storia, stavolta a parti invertite, con un Anguillara tramortito e incapace di contrastare le ospiti. Si chiude 25 a 20 per il Fondi che nel quarto da la netta impressione di poter disporre dell’avversario a suo piacimento.

Sempre avanti di 3/4 punti, il Fondi riesce controllare agevolmente e si arriva sul time out del 21 a 17 per le fondane. Da quel momento in poi inizia un buco nero nel gioco del team pontino che subisce incredibilmente un parziale mortifero di 8 a 0 che porta la vittoria in tasca dell’Anguillara, tra l’incredulità e la gioia dei tifosi presenti. Un black out devastante che costa al Fondi il nono stop di fila, e il rammarico fortissimo di aver buttato al vento la possibilità della prima vittoria, al cospetto di una formazione in questo momento tra le più in forma del girone.

Sintetizza cosi la prova il mister Savastano: “Stavamo per fare meritatamente il colpaccio ai danni di una formazione di tutto rispetto. Ma in questo periodo onestamente al di là di tutto, ci manca un pizzico di fortuna che servirebbe per portare a casa qualche risultato utile. Nelle ultime gare ,oltre ai complimenti degli avversari non rimediamo niente di più, eppure stiamo giocando molto meglio dell’inizio del campionato. Il clima è tutto sommato sereno, e in palestra si lavora bene,ma alla fine non riusciamo a raggiungere quel risultato che meriteremmo per quello che stiamo mettendo in mostra in gara. Ma il lavoro paga e i risultati di sicuro nel prossimo futuro verranno, perché il gruppo è serio, coeso e di valore, e  non vuole certo continuare a lungo in questa scia di sconfitte”.

Domenica altro match durissimo contro l’Olbia terzo in classifica, alle ore 16.00 al Palasport di Fondi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social