NIENTE DA FARE PER LA SERAPO VOLLEY, GAETANI SCONFITTI 3-1 DAI FALCHI UGENTO

*Fabio Di Florio*

Il PalaMarina ancora tabù per la Serapo Volley Gaeta, che subisce la terza sconfitta stagionale casalinga nell’ottavo turno della serie B1 contro i salentini del Falchi Ugento che si impongono per 3-1 (25-23, 24-26, 25-21, 33-31) al termine di un match equilibrato ed estenuante durato 2 ore e 7’ di gioco.

Nel primo set i leccesi, che l’anno scorso dominarono il torneo di B2, partono con il piede giusto portandosi avanti sul 9-2. Il coach gaetano Tony Bove inserisce in banda Ollari al posto di Andriano, ma il cambio non sortisce gli effetti sperati perchè sale in cattedra l’opposto Toma, l’uomo più temuto che con una serie di schiacciate porta il punteggio sul 13-5. Sembra un distacco difficile da recuperare, ma pian piano anche grazie agli errori di Toma e soprattutto alla verve realizzativa dell’opposto gaetano Di Florio (che risulterà il top scorer dei suoi con 23 punti e il 54% in attacco) la Serapo piazza un micidiale break che prima porta al pareggio (17-17) e poi addirittura al meritato sorpasso (19-18). Gli animi si accendono e si procede punto a punto. Si arriva fino al 24-22 con l’incontenibile schiacciatore leccese Parisi, il man of the match con 25 punti. Di Florio (che chiuderà il primo set con il 78% in attacco) non ci sta e sigla il -1 (24-23) e mister Bove tenta la carta del centrale Miscione alzando i centimetri sotto rete. Ma è ancora Parisi a mettere a terra il definitivo 25-23. Nel secondo parziale ancora Ugento davanti (prima 8-3 e poi 11-5). I padroni di casa non ci stanno e operano una veemente rimonta che si concretizza sul 14-14 grazie alla schiacciata in diagonale di Ranieri Tenti. La Serapo non molla e gioca ad alto ritmo e mette la freccia sul 19-17. Il match è bellissimo e ricco di scambi di alto livello fino al 24-24. Il salentino Scalcione manda fuori la sua schiacciata ma non lo imita l’ottimo Di Florio che fa esplodere d’entusiamo il Palamarina chiudendo sul 26-24. La partita cambia diametralmente e, spinta dall’euforia, nel terzo set la Serapo vola sul 16-11 dopo il secondo time out tecnico. Una vantaggio di cinque punti nel momento chiave. Ma qui un calo di concentrazione permette all’Ugento di mister Cavalera di rientrare pienamente in corsa, trascinato dallo schiacciatore Amorico che firma ben tre muri consecutivi che spezzano l’equilibrio (19-17). Ranieri Tenti rianima i suoi (23-18) ma è un fuoco di paglia spento ancora da Amorico e poi da Parisi con un diagonale stretto per il 25-21. Il quarto set è quello più bello e il più lungo (durerà 38’) vissuto su continui colpi di scena. I padroni di casa vogliono assolutamente riequilibrare il risultato e arrivano al +2 (16-14) dopo il secondo time out tecnico. Sul 22-20 per i gaetani i leccesi rispondono con Parisi dalla seconda linea. Si arriva sul 24-24 e si va ai vantaggi. È un botta e risposta emozionante senza esclusione di colpi. Sul 30-30 il martello gaetano Ranieri Tenti mette a terra il + 1 (31-30), ma mentre nell’aria si assapora il tie break ecco spuntare l’opposto Toma, che dopo una prima parte vissuta in ombra esce alla distanza: prima un diagonale vincente e poi un doppio muro consecutivo a scapito dello schiacciatore Andriano, che fa calare i titoli di coda su questo pirotecnico set (33-31). Il coach gaetano Tony Bove ammette che la differenza è stata soprattutto nel gioco a muro (18-7 in favore dell’Ugento), anche se sottolinea che la sua squadra, che ha l’età media più bassa del girone C, è in notevole crescita dal punto di vista mentale e soprattutto nelle  percentuali. La Serapo ha chiuso in ricezione con il 76% di positiva (57% perfetta) e il 45% in attacco. Segnali incoraggianti in chiave futura.

SERAPO VOLLEY GAETA: Di Florio 23, Di Nucci L (81% positiva), Campanini 2, Ranieri Tenti 14, Andriano 10, Miscione 8, Pazzoni 2, Ollari 6, Durante 8, Giglio, De Meo (2° L). All. Tony Bove. Assistente Stefano Beltrame.

FALCHI UGENTO: Parisi 25, Pierri 1, Congedi ne, Amorico 7, Passaro 2, Toma 9, Torsello 14, Castello 7, Scalcione 10, Miraglia ne, Romano L (60% positiva) All. Antonio Cavalera. Assistente Giuseppe Congedi.

ARBITRI: Flavio Guarino di Caserta ed Enrico Autuori di Salerno

PARZIALE: 23-25, 26-24, 21-25, 31-33

You must be logged in to post a comment Login

h24Social