FORMIA, FORTE: “NESSUN LICENZIAMENTO NEL SETTORE IGIENE AMBIENTALE”

Il sindaco Forte ha incontrato  nella Sala Ribaud i rappresentanti sindacali RSU ed i 25 dipendenti comunali distaccati alle dipendenze dell’AMA nella gestione del servizio di raccolta dei rifiuti a Formia.

Una riunione che è servita a chiarire in maniera inequivocabile la posizione del sindaco e dell’amministrazione sul ruolo dei lavoratori comunali in previsione del nuovo bando di gara. “I dipendenti comunali restano comunali – afferma categorico Forte –. Questa è la mia posizione. Non ho mai affermato cose diverse. Chi ha sostenuto la tesi opposta, ossia che il bacino dei lavoratori  sono da considerarsi tutti dell’AMA è il sindacato unitario. Non pensavo che da un incontro interlocutorio e informale in prospettiva della nuova gara potesse scaturire un loro comunicato stampa  che parlava impropriamente di licenziamenti. Mi sono trovato spiazzato e sorpreso. Non ho mai detto di mandare via i lavoratori semmai ho posto un problema che riguarda le persone che non possono per ragione di inidoneità e malattia continuare un rapporto di lavoro. Ma su questo ci confronteremo in seguito per cercare una soluzione praticabile e sostenibile. Era giusto quindi incontrarvi  – ha sottolineato il sindaco –  per chiarire queste cose in maniera da non innescare ulteriori equivoci ed allarmismi ingiustificati”.

Il rappresentante dei Cobas Erasmo Lombardi ha preso atto della dichiarazione del sindaco che fa chiarezza sulla vicenda: “Ben venga il chiarimento del sindaco al quale chiediamo in futuro di renderci partecipi nella trattativa”.

Il primo cittadino ha confermato che non esiste alcun impedimento “sono disponibile, se avete dei problemi o delle cose da rappresentare la mia porta è sempre aperta”. Il sindaco poi ha toccato anche il punto degli straordinari, uno strumento che va gestito con criterio ed in caso di emergenza. Non è possibile caricare i costi del servizio pagando lo straordinario a chi magari per lunghi periodi è assente dal lavoro. Inneschiamo in tal modo un meccanismo di disparità di trattamento perché si verifica che queste persone alla fine del mese pur accumulando delle assenze  prendono più salario rispetto ad altri lavoratori regolarmente presenti ed in servizio. Non ci può essere spazio per i furbi, il lavoro è un valore da tutelare. È mia intenzione così come ho già fatto con i vigili attingere semmai personale da una graduatoria di riserva.

“Non possiamo dissanguare un bilancio comunale né voglio correre rischi di trovarmi in situazione di dissesto così come si è verificato in altri Comuni della provincia. Il Comune di Formia ha sempre pagato, sono rientrato dentro il patto di stabilità ed intendo rimanerci. In vista della nuova gara sto facendo uno studio per ottimizzare e razionalizzare il servizio attraverso una ripartizione dei luoghi e delle aree utilizzando operatori ecologici di quartiere. In questo modo conosceremo le necessità e le esigenze della forza lavoro che serve alla nuova società che dovrà gestire il servizio e nello stesso tempo consentiremo ai cittadini di conoscere le persone che operano nelle proprie zone di residenza”. Alla riunione di questa mattina hanno partecipato insieme al sindaco gli assessori Assaiante, Manna e Cardillo Cupo oltre al responsabile del servizio igiene ambiente Gino Forte.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia: il Sindaco incontra i sindacati e annuncia licenziamenti nel settore igiene ambientale – 4 novembre -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social