OFFICINA E DISCARICA IRREGOLARI SEQUESTRATE DALLA GUARDIA DI FINANZA SULLE RIVE DEL LAGO DI FONDI

I finanzieri della Compagnia di Fondi hanno concluso in questi giorni una brillante operazione che ha portato alla scoperta di un’officina meccanica abusiva posta in essere sulle rive del lago, con annessa discarica illegale di rottami e di rifiuti speciali.
L’attività di servizio, scaturita da un ordinario controllo d’istituto volto all’accertamento della regolare tenuta delle scritture contabili dell’officina, si è ben presto tramutata in un più vasto intervento di polizia ambientale, atteso che i gestori del terreno su cui è sorto l’esercizio, non erano in possesso delle prescritte autorizzazioni comunali a costruire.
All’esterno del capannone, inoltre, nel terreno incolto di pertinenza della struttura, i militari hanno fatto l’amara scoperta di un vero e proprio deposito di rottami a cielo aperto: carcasse d’auto, pneumatici, batterie, cisterne arrugginite ed un fusto di olio esausto abbandonato, il tutto a poche decine di metri dalle acque del lago di Fondi.
Gli immediati accertamenti effettuati presso gli uffici comunali hanno inoltre permesso di constatare la totale mancanza delle prescritte autorizzazioni per l’insediamento delle predette attività sulle sponde del Lago, tenuto anche conto dei particolari vincoli paesaggistici e antisismici che insistono su quell’area.
i finanzieri hanno, pertanto, sequestrato tutto quanto rinvenuto, oltre ai fabbricati abusivi ed al terreno originariamente adibito ad uliveto ed invece illecitamente trasformato in discarica.
I responsabili (una coppia residente a Fondi), proprietari degli immobili in questione, sono stati deferiti, a piede libero, alla Procura della Repubblica di Latina per i reati di “gestione illecita di rifiuti” ed “abuso edilizio”.


You must be logged in to post a comment Login

h24Social