NAUTA, MARTEDI’ 5 INCONTRO CON IL REGISTA PAPPADA’ ALL’ARENA NAUTILUS

Martedi 5 luglio, alle 21.30 l’Arena Nautilus sarà cornice di uno straordinario evento cinematografico. Il regista Guido Pappadà incontrerà il pubblico in occasione della proiezione di “Nauta”, girato a Gaeta, splendido set per questo film che parla di mare, di navigazione e di sogni.

Il film racconta la storia di Bruno, antropologo e professore universitario, che grazie alla telefonata di un vecchio amico, apprende che sull’isola di La Galite si è verificato uno straordinario quanto misterioso fenomeno naturale. Risvegliatosi dallo stato di apatia in cui è caduto per la crisi con l’amatissima moglie Sara, decide di riprendere gli studi relativi ad alcune antiche testimonianze storiche del fenomeno e, ottenuti in qualche modo dei finanziamenti, mette insieme una spedizione, che parte alla volta di La Galite alla ricerca della perfetta armonia tra l’Uomo e la Natura. Il gruppo è formato da Davide, burbero capitano e vecchio amico di Bruno, Max il suo nuovo marinaio, Laura, giovane biologa, e Lorenzo, esperto di sport estremi e provetto sommozzatore. Su tutti domina “Mariella”, lo splendido ed antico yacht a vela di Davide. Il viaggio cambierà le loro vite.

Così scrive il regista: “Nauta principalmente è un film sul sogno. Da un lato la necessità di godersi il viaggio verso un progetto futuro più che il raggiungimento della meta, dall’altro l’importanza di continuare a sognare, quel che sembra essere un difetto delle nuove generazioni. Il viaggio dei cinque protagonisti della storia alla ricerca della “perfetta armonia” è un’occasione per costruire un microcosmo rappresentativo della società civile moderna, sempre alla ricerca di un identità che ne giustifichi l’esistenza”.

Protagonisti di questa bella storia sono Luca Ward nelle vesti di Davide, burbero e solitario capitano; affiancato da un cast di giovani e talentuosi attori come Davide Coco (Bruno), Elena Di Cioccio (ex Iena, Vj e conduttrice di programmi televisivi), Massimo Andrei e Paolo Mazzarelli.

Durante l’incontro saranno proiettate le immagini raccolte durante le riprese, effettuate a Gaeta nella primavera del 2009: un back stage che racconta la calorosa accoglienza ricevuta dal cast dagli amici gaetani.

Mariella, la grande protagonista del film, è un Bermudan Yawl costruito nel 1938 in Scozia. Nel 2009 ha fatto la sua traversata atlantica da Antigua a Gaeta solo in occasione delle riprese di Nauta e per partecipare, come graditissima ospite, alla manifestazione estiva gaetana:Vele d’Epoca.

Set particolarissimo, di soli 24 metri in lunghezza e 5 in larghezza, la bellissima barca è rimasta ormeggiata per tutta la durata del film al molo della Scuola Nautica Guardia di Finanza. Le riprese sono state effettuate in qualsiasi condizione di tempo e di mare, con qualche difficoltà ampiamente superata. Grande è stata la collaborazione di tutti coloro che hanno seguito più da vicino il set, dal catering ai trasporti, dal personale addetto al molo della GdF alla Base Nautica F. Gioia, dove sono state girate le ultime scene del film.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social