ELIO GABRIELLO ZECCA: “A PONZA ACCADONO COSE STRANE”

Elio Gabriello Zecca

Riceviamo dal giovane consigliere comunale di minoranza, Elio Gabriello Zecca, e pubblichiamo la seguente nota. “Non è arrivata ancora l’estate e già sull’isola incominciano ad accadere cose strane. E’ così che accade che l’elicottero della Forestale può atterrare sul Piano delle Viole utilizzando un eliporto privato che in altre occasioni non può essere utilizzato dalla eliambulanza. Accade che nella stessa zona si inneschi un inusuale incendio dove staziona l’elicottero con i quattro Forestali a bordo che non vengono lambiti dalle fiamme tant’è che non si accorgono di nulla. Accade che si legga dell’arresto sull’isola di due bracconieri mai tratti in arresto. Così come il sequestro di 27 trappoline riportate dal sito della CABS diventi un sequestro dapprima di 130 poi di 300. In una sorta di moltiplicazione dei pani di ben altra cultura. Il tutto accade in concomitanza di dichiarazioni rilasciate ripetutamente da un rappresentante dell’UGL Forestale che chiede un presidio sull’isola per le Guardie Forestali. Basti considerare che d’inverno i residenti sull’isola di Ponza sono meno di 2.000 e sul territorio interagiscono contemporaneamente Guardia di Finanza, con circa 20 tra sottufficiali e militari, Carabinieri, il cui numero è pressoché simile; poi abbiamo i Vigili Urbani, l’Aeronautica Militare che staziona stabilmente in Campo Inglese; poi vi è la presenza della Protezione Civile Pontina e anche delle Guardie Venatorie, senza dimenticare i sottoufficiali e gli uomini della Capitaneria di Porto, con oltre 30 unità. Il rapporto con le presenze sull’Isola e col territorio da controllare è davvero sperequato ed è certamente più alto del resto dell’intera nazione. Forse il Sig. Di Lascio ritiene che le istituzioni ora indicate non riescano a fare il proprio lavoro? Sull’isola proprio nei momenti che precedono la stagione estiva c’è bisogno, direi necessità, di serenità e di compostezza nei comportamenti, onde per cui non si può addebitare ai cittadini, con estrema superficialità l’incendio che ha interessato circa 200 metri quadrati di territorio, senza verificare se lo stesso è di origine dolosa, frutto di autocombustione o determinato da motivi diversi. Con l’occasione si sollecitano tutte le istituzioni nell’alveo di un rapporto sereno con i residenti a continuare nella loro opera di attento controllo del territorio onde evitare che taluno, novello messia, possa rappresentare se stesso come la panacea di tutti i mali richiedendo possibilità di un intervento personale sull’isola a soluzione di ogni problema”.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Bracconaggio, sequestrate 130 trappole tra Ponza e Ventotene – 30 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Aggrediti tre volontari Lac – 2 maggio – )

***ARTICOLO CORRELATO*** (Solidarietà dalla Lipu ai volontari Lac aggrediti – 2 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Di Lascio, Ugl Forestale: “Subito un presidio a Ponza” – 4 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Bracconaggio, Nipaf e Carabinieri denunciano quattro persone – 5 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Il Cabs si rivolge al ministro Romano: “Troppi tagli alla forestale e la vigilanza ne risente” – 6 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Bracconaggio, incendio sospetto a Ponza – 7 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Brutta figura per Ponza sulla Tv di Stato norvegese – 7 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Bracconaggio a Ponza, solidarietà agli aggrediti dall’Arci Caccia – 9 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Bracconaggio, la Lac pubblica le foto dei denunciati – 11 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Bracconaggio a Ponza, insegnante preso a pugni – 12 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Bracconaggio, altre tre persone denunciate a Ponza – 28 maggio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social