PANICO A BORDO, LA GUARDIA COSTIERA DI PONZA SALVA 12 ROMANI SU UNA BARCA IN AVARIA

Il mezzo veloce G.C A 80 in dotazione alla Guardia Costiera di Ponza

I militari della Capitaneria di Porto di Ponza hanno salvato nel primo pomeriggio due famiglie di romani romani, dodici persone, a bordo di un’imbarcazione in avaria nei pressi dell’isola di Zannone. A motore, il natante da diporto di circa quindici metri con dodici persone a bordo, tra cui due bambini, era partito in mattinata da San Felice Circeo ed era andato alla deriva a sette miglia dal porto di Ponza, nelle immediate vicinanze della scogliera dell’isola di Zannone, a causa di un black-out generale. A seguito della richiesta di soccorso ricevuta dalla Sala Operativa di Locamare Ponza, coordinata dal 1° maresciallo Np Alfonso Amodio e dal secondo Emanuele Marino, vista l’immediata situazione di pericolo, dovuta dall’eccessiva vicinanza dell’unità agli scogli, disponeva l’invio del mezzo veloce G.C A 80 con a bordo il 1° M.llo Np Michele Di Domenico e il Sc. 2ª Cl. Np Francesco Sangermano. Dopo poco, i militari intercettavano l’unità alla deriva in prossimità della scogliera. L’azione era immediata. Allontanavado prima l’imbarcazione dalla costa e poi procedevano al trasbordo degli occupanti, a causa del moto ondoso e del vento teso presente in zona, che spingevano velocemente l’unità verso la scogliera. Otto occupanti del natante di cui due bambini di età inferiore ai tre anni accusavano malori e panico per le condizioni del mare. Venivano rapidamente trasportati con il mezzo veloce della Guardia Costiera presso il porto di Ponza e consegnati alle cure mediche del personale del 118 allertato in banchina. Successivamente l’unità in avaria veniva recuperata e trasportata nel Porto di Ponza.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social