STORICO AL PALA MARINA, IL LAGHETTO LIVING BASKET SERAPO E’ IN FINALE PROMOZIONE

Al Pala Marina di Serapo c’era un appuntamento con la storia, uno di quei appuntamenti che non si possono far scappare per nulla al mondo specialmente quanto te lo meriti dopo una stagione grandissima condotta sempre da protagonista. Ebbene i ragazzi di Coach Nardone non falliscono e danno ragione al loro condottiero che nel pre-partita aveva affermato che i suoi ragazzi non avevano mai fallito due partite di seguito e non lo avrebbero fatto nemmeno questa volta, perché hanno cuore e un carattere tali da superare qualsiasi difficoltà. Il Laghetto Living Bk Serapo non fallisce dunque e vola in finale dopo aver asfaltato in questa gara 3 una Trony Cagliari che ha cercato di mettere la partita su un agonismo spinto al limite ad a volte anche al di là del regolamento.

23-17, PIETROSANTO E SINISCALCO SUGLI SCUDI

Inizio di partita di marca sarda che piazza un 8-3 di parziale firmato Schiffini, ma basta un time out chiamato da coach Nardone che ci parla su e le cose cambiano immediatamente: la difesa sale di tono, Pietrosanto e Siniscalco sono mostruosi e il primo quarto si conclude con la squadra biancoverde avanti 23-17.

REGNA L’EQUILIBRIO, IL BASKET SERAPO CONTROLLA, 42-34

Secondo quarto più equilibrato con la squadra di coach Nardone che comunque ha il pallino del gioco in mano e concludo il quarto con un canestro allo scadere di Marrocco su uno splendido assist di Siniscalco ( 42-34).

BIANCOVERDI DEVASTANTI, 57-41

Al rientro in campo il tema tattico non cambia, il Bk Serapo serra ancor di più le maglie difensive ed il quintetto basso, messo in campo si dall’inizio da coach Nardone  diventa devastante: Mori e Siniscalco sono le menti, Pietrosanto, Addessi e Marrocco i bracci che stendono definitivamente la Trony Cagliari; si va all’ultimo quarto con il vantaggio per la squadra biancoverde si dilata a +16 ( 57-41).

APOTEOSI FINALE, 81-64

Ultimo quarto nella quale continua la superiorità biancoverde e dove inizia il nervosismo della squadra sarda che porta a due esponenti della panchina e a Peretti a lasciare il campo per espulsione; i falli tecnici fioccano, la Trony Cagliari è battuta ed al Palamarina può iniziare la festa, iniziata prima dai splendidi tifosi che hanno riempito completamente la struttura di Via Marina di Serapo e continuata a fine partita dai giocatori e dai dirigenti tutti.

Il presidente Vagnati felice e commosso: “Voglio ringraziare questi fantastici ragazzi che stanno dimostrando un attaccamento alla maglia straordinaria, allo staff tecnico partendo da Coach Nardone per passare per Coach Aleo, Emanuele Cannone, Silvio Scotti e Giacomo Bonelli, e a tutti i dirigenti che hanno creduto nel mio progetto a inizio anno. Ancora non è finita, ma stasera siamo entrati nella storia della pallacanestro gaetana e tutti noi ne dobbiamo essere fieri”.

Coach Nardone è euforico: “Dopo la sconfitta in gara 2 ci avevano dati per cotti ma come è già successo in passato, con un grande cuore e con la giusta mentalità abbiamo stravinto sotto tutti i punti di vista, raggiungendo l’ennesimo storico traguardo per questa città. Sono orgoglioso di aver dato a questa gente e a questa società queste soddisfazioni; era un atto dovuto per chi ha creduto in me e mi ha messo a disposizione tutto ciò. Ringrazio i miei collaboratori, la società, il fantastico pubblico, che ci ha dato ancora per una volta quella spinta in più, e i miei fantastici ragazzi che mi sopportano ogni giorno e lavorano sodo anche quando le energie vengono meno”. Sulla partita: “Abbiamo fatto una partita totalmente diversa da quella fatta in gara 1 cercando di non giocare con i lunghi e sfruttando l’atipicità sotto canestro di Pietrosanto e Marrocco, muovendo di più la palla e cercando di non subire gli uno contro uno come era capitato nelle due gare precedenti”. Un ultimo pensiero va alla famiglia: “Dedico questo traguardo raggiunto a mia moglie e a mia figlia, la mia principessina, che capiscono le mie emozioni standomi sempre vicino in questi giorni di Play off. Sono i miei portafortuna, indelebili nel cuore”.

Il Laghetto Living Bk Serapo – Trony Cagliari 81-64 ( 23-17; 42-34; 57-41)

Il Laghetto Living Bk Serapo: Addessi 17, Pietrosanto 17, Mori 16, Ceparano 2, De Andreis 3, Siniscalco 13, Zoboli, Lisi, Marrocco 13, Vellucci. Coach Nardone.

Trony Cagliari: Caddeo 2, Manca 5, Raselli 10, Peretti 6, Mastio 8, Schiffini 10, Mangiapane 9, Martellucci 2, Lecis Cocco Ortu 9, Pinna 3. Coach: Magiera.

scritto da: Ufficio Stampa A.B. Serapo 85’

You must be logged in to post a comment Login

h24Social