TACCONI SUD, SALE LA TENSIONE IN VISTA DELLA PRIMA UDIENZA FALLIMENTARE

Lo stabilimento Tacconi Sud

Il 9 giugno si terrà la prima udienza presso il Tribunale di Latina – sezione fallimentare. In ballo ci sono gli arretrati degli operai (le mensilità di novembre e dicembre, la tredicesima e le liquidazioni) e le commesse statali dell’azienda. Nel frattempo alla Tacconi Sud di Borgo Grappa la situazione resta tesa. Ieri il titolare, Franco Sarchi, armato di tenaglie, ha tagliato la catena che bloccava l’ingresso all’azienda e tutela delle donne, che da quattro mesi presidiano lo stabilmento chiedendo il pagamento delle loro spettanze, ed è entrato, nel suo diritto di proprietario, spiegando che doveva depositare dei documenti. L’imprenditore, secondo la testimonianza delle lavoratrici, sarebbe rimasto oltre un’ora negli uffici e il sospetto delle operaie è che abbia potuto cancellare, o portare via, documenti utili alla causa fallimentare.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Tacconi Sud, presentata l’interrogazione – 6 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Tacconi Sud, firmato al Ministero il decreto per la cassa integrazione – 10 maggio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }