Un giallo ambientato a Scauri: l’ultimo libro di Chiara Valerio è un omaggio alla sua terra

“Chi dice e chi tace” (Sellerio) è il titolo del nuovo libro della scrittrice Chiara Valerio, un romanzo giallo ambientato a Scauri, tra gossip di provincia, pregiudizi, accoglienza ed incentrato sulla figura di Vittoria, ex medica, scomparsa improvvisamente, su cui indaga l’avvocata Lea. Nel volume, in uscita in questi giorni, compaiono strade, piazze, attività commerciali della località turistica del Sud Pontino, “un posto dove uno torna”, in cui la scrittrice è nata nel 1978 e da cui spesso osserva il mondo in movimento.

«Chiara Valerio è figlia della nostra terra – dichiara il sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli – Il suo nuovo libro è un altro omaggio alla nostra Scauri, che lei porta sempre alla ribalta, attraverso storie, voci e luoghi. A Chiara va il mio sincero apprezzamento per la capacità di narrare vicende coinvolgenti, di legarle di frequente al suo paese natìo e di arricchirle con la descrizione di pregi e difetti di una comunità di provincia. Appena possibile, la inviteremo a presentare il suo ultimo lavoro».


Chiara Valerio, originaria di Scauri ed ex allieva del Liceo Scientifico “Alberti” di Minturno, ha insegnato matematica per anni, ha conseguito un dottorato in Calcolo delle probabilità all’Università Federico II di Napoli. Scrive per il quotidiano “La Repubblica”, ha collaborato con “L’Unità”, l’inserto “Domenica” del “Sole 24 Ore”, “Glamour” e con Radio 3 Rai. Ha pubblicato vari romanzi e racconti, tra cui “A complicare le cose” (Robin, 2007), “La gioia piccola d’esser quasi salvi” (Nottetempo, 2009), “Spiaggia libera tutti” (Laterza, 2010), “Almanacco del giorno prima” (Einaudi, 2014). La Valerio ha inoltre lavorato per il cinema con i registi Nanni Moretti e Gianni Amelio, e ha coordinato “Tempo di Libri”, la Fiera dell’Editoria che si è tenuta a Milano nel 2017. Oggi vive tra Roma e Venezia.