Coppa del Mondo di Canottaggio, i risultati per le Fiamme Gialle

Coppa del Mondo di Canottaggio, i risultati per le Fiamme Gialle

Medaglia d’oro per il “quattro senza” Senior con a bordo i gialloverdi Matteo Lodo e Giuseppe Vicino, insieme a Matteo Castaldo (Fiamme Oro) e Bruno Rosetti (C.Aniene). I due canottieri delle Fiamme Gialle cambiano imbarcazione, passano dal “due senza” al “quattro senza” e lasciano subito il segno.
Una vittoria maturata nella seconda parte di gara, dopo che la Gran Bretagna ha tentato la fuga durante i primi 1000 metri. Gli Azzurri hanno mantenuto il contatto e nell’ultima parte di gara hanno sferrato l’attacco decisivo che li ha portati a vincere con oltre 2 secondi di vantaggio sull’imbarcazione di Sua Maestà.
Una medaglia d’oro conquistata in casa per gli atleti delle Fiamme Gialle e soprattutto in per Matteo Lodo, nato a Terracina e cresciuto nella Sezione Giovanile gialloverde.

Continua a volare il “quattro di coppia” Senior targato Fiamme Gialle di Giacomo Gentili, Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Simone Venier. Gli Azzurri vincono anche in casa un oro pesantissimo in ottica Tokyo 2020/1.
L’equipaggio italiano vince e convince sbaragliando la concorrenza sin dalle prime palate.
Sul traguardo l’Italia batte Norvegia e Germania.

Splendida medaglia d’argento per Alessandra Montesano nel “quattro di coppia” Senior con Valentina Iseppi (CC Aniene), Veronica Lisi (SC Padova) e Stefania Gobbi (Carabinieri/SC Padova). L’equipaggio italiano migliora l’ottimo risultato conquistato a Lucerna dove vinsero il bronzo. Per tutta la gara quattro equipaggi sulla stessa linea: Germania, Olanda, Polonia e Italia. Le Azzurre sul traguardo hanno dato la zampata vincente andando a conquistare il secondo posto a ridosso della Germania.

Medaglia d’argento per l’otto azzurro con a bordo Leonardo Pietra Caprina, Alfonso Maria Scalzone e al timone Emanuele Capponi. L’ammiraglia azzurra nel duello con la Germania, deve piegarsi ai “panzer tedeschi” che vanno a vincere con decisione, lanciando a distanza la sfida olimpica alla Gran Bretagna che ha preferito tenere le carte nascoste non partecipando alla Coppa del Mondo di Sabaudia.

Prima volta in Coppa del Mondo per Matteo Sartori nel “doppio” Senior con Nunzio Di Colandrea (Marina Militare) e subito una Finale da protagonista. Il fuoriclasse della Sezione Giovanile delle Fiamme Gialle lotta per tutto il percorso per una medaglia di bronzo che varrebbe oro. Sul traguardo, l’equipaggio azzurro ancora Under 23, dopo aver speso tutte le energie per lottare con avversari della categoria superiore, chiude in sesta posizione.

Nelle altre Finali di giornata, quarto posto per Clara Guerra nel “doppio” Senior che sfiora il podio dopo una prima parte di gara poco incisiva.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]