Manutenzione del parcheggio sotto il Comune, interviene Venditti

Manutenzione del parcheggio sotto il Comune, interviene Venditti

In che stato versa il parcheggio sotto il palazzo comunale? Sull’argomento interviene il consigliere di  “Camminare Insieme”,  Salvatore Venditti che foto alla mano, illustra ai cittadini una situazione tutt’altro che buona. 

Nel 2005 il Comune di Fondi stipulava una convenzione – fa sapere Venditti –  di concessione con il raggruppamento di imprese ATI Ciotola Spa (Concessionario). Oggetto del contratto era la progettazione, esecuzione e poi gestione di una serie di beni fra i quali il parcheggio sottoposto alla Casa Comunale, i box privati e i locali commerciali di Piazza De Gasperi.

Già nelle prime pagine del contratto, in maniera lampante, fra gli obblighi del Concessionario, viene stabilita “la manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere di cui ai punti b)III b)IV b)V b)VI secondo le modalità precisate nella presente convenzione”. In particolar modo il punto b)III è il “parcheggio interrato ad uso pubblico di posti n.170 per auto e n.8 per moto”.

Il consigliere Salvatore Venditti

Ancora, al punto 4.10 dello stesso documento, è riportato quanto segue: “le spese per la manutenzione ordinaria e straordinaria, fino alla scadenza dei termini di durata previsti, rispettivamente ai punti 4.1 e 4.3 (quarant’anni, ndr) degli immobili realizzati in forza della presente convenzione nonché le imposte […] sono a carico del Concessionario o dei suoi aventi causa”. Ancora più limpidamente interviene l’art 28 Capo IV – Gestione dell’opera: “Durante il periodo di efficacia della concessione di cui all’art. 3 il Concessionario dovrà: […] V. Provvedere alla costante pulizia dei locali VI. Provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’infrastruttura”.

Nulla da ridire su un contratto di concessione compiutamente redatto. Quello che stupisce è la mancanza di controllo, da parte del Comune di Fondi, nei confronti degli adempimenti del Concessionario. Abbiamo concesso diritti di superficie per quarant’anni su dei beni pubblici, stiamo facendo pagare ai cittadini fondani mutui pluriennali, oltre ai costi per posteggiare l’auto nella loro stessa città. Approfittiamo, con l’occasione, per ricordare che siamo la città della provincia con i costi più alti di abbonamento alle strisce blu per i residenti.

A tutti questi sacrifici imposti ai cittadini fondani, non corrisponde il rispetto delle clausole contrattuali da parte della società concessionaria. Non solo continua a non adeguare le colonnine per permettere il pagamento elettronico, ma, cosa ben più grave, viene meno agli obblighi relativi alla manutenzione.

Il parcheggio pubblico sotto la Casa Comunale, infatti, verte in uno stato di evidente degrado, sporco e pieno di infiltrazioni ignorate da così tanto tempo che ormai hanno prodotto muschi e licheni di ogni tipo e concrezioni calcaree come in una oscura spelonca. È inoltre adornato di scritte vandaliche di ogni tipo (alcune addirittura evidenziano date che ci fanno capire ancora di più da quanto manca la manutenzione, circa 5 anni!). Le scale per accedervi sono una latrina, i gradini sono rotti, coperti di immondizia che non viene raccolta. Gli ascensori non sono funzionanti da anni, creando quindi un evidente impedimento per i disabili. E non sottovalutiamo il fatto che tutti gli estintori sono fuori servizio. Parliamo peraltro del parcheggio più ampio e più vicino al centro storico. E proprio per questo diventa la prima immagine che i turisti hanno della nostra città. Un bel biglietto da visita, non c’è che dire!

 

Le foto che alleghiamo alla comunicazione solo in parte riescono a dare un’idea dello spettacolo grottesco, come è proprio il caso di dire, che offre il parcheggio. Servendo poi la attigua Casa Comunale è veramente difficile dover pensare che nessuno dei nostri amministratori abbia notato queste mancanze nella gestione. In ogni caso, vista la loro distrazione, ci faremo carico di ricordare a Sindaco e Assessori in tutte le sedi e soprattutto in Consiglio comunale che è loro dovere pretendere che la società concessionaria provveda tempestivamente alla pulizia e alla manutenzione del parcheggio per sollevarlo dalle condizioni di totale degrado in cui versa. A loro ricorderemo anche che lo stesso contratto prevede l’automatica risoluzione in caso di inadempienze da parte della società concessionaria. Ci aspettiamo un pronto intervento di Sindaco e Giunta per non dare adito ai maligni che potrebbero pensare che a loro stiano più a cuore gli interessi di una società privata rispetto a quelli dei cittadini fondani”.

 

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]