Emergenza Covid, disparità nei bonus ai sanitari: il sindacato CLAS scrive in Regione

Emergenza Covid, disparità nei bonus ai sanitari: il sindacato CLAS scrive in Regione

Il segretario generale nazionale del sindacato CLAS, il pontino Davide Favero, ha presentato un interpello alla Regione Lazio (QUI il documento) alla a seguito di una “disparità riscontrata in merito al riconoscimento del ‘premio comparto’, previsto dalla Regione stessa, per tutto il personale dipendente sanitario con rapporto di lavoro subordinato, impegnato qualitativamente e quantitativamente, in modo assolutamente eccezionale con estrema disponibilità, impegno e dedizione, nel corso dell’emergenza Covid-19“.

Il trattamento aggiuntivo e straordinario viene riconosciuto al personale dipendente diretto Asl, includendo anche coloro che hanno svolto il servizio in smart-working, ma esclude completamente tutto il personale sanitario infermieristico ed addetti al portantinaggio, che hanno svolto il proprio lavoro all’interno delle strutture ospedaliere  e assistenziali alle dipendenze di aziende o cooperative private.

Dichiara Favero: “Riteniamo che a tutta la platea di lavoratori del comparto sanitario debba essere riconosciuto diritto al premio senza distinzione alcuna, tra dipendenti diretti e dipendenti indiretti. Per questo chiediamo l’estensione del riconoscimento premio comparto anche a tutto il personale infermieristico ed addetti al portantinaggio, che ha operato nelle strutture ospedaliere  e assistenziali, ad oggi escluso dal trattamento aggiuntivo”.

Conclude il segretario generale del sindacato: “Abbiamo chiesto un incontro al presidente Zingaretti ed all’assessore alla Sanità D’Amato, per cercare tutte le soluzioni possibili, per estendere anche ai dipendenti delle aziende private il trattamento aggiuntivo”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social