Coronavirus a Fondi, il vicesindaco: “Cinque casi, solo due partecipanti alla festa. Nessuno da altre parti d’Italia”

Coronavirus a Fondi, il vicesindaco: “Cinque casi, solo due partecipanti alla festa. Nessuno da altre parti d’Italia”

Il vicesindaco di Fondi, Beniamino Maschietto, con una nota inviata nella tarda serata di venerdì tenta di fare chiarezza in merito ai casi di Coronavirus registratisi a Fondi – 5 in tutto, ad ora, i positivi ‘certificati’ -, casi giunti anche alle cronache nazionali per via di una festa di Carnevale che avrebbe aiutato a propagare i contagi. Un intervento in cui sconfessa diversi organi d’informazione – tra cui non figura h24notizie – e in parte la stessa Regione Lazio, che aveva parlato di presenze da diverse zona d’Italia. 

«Sono costretto a smentire in modo categorico le affermazioni veicolate tramite alcuni organi di informazione relativamente ad una cena svoltasi a Fondi, alla quale avrebbero partecipato quattrocento persone provenienti da più parti d’Italia e su cui sarebbe in corso un’indagine epidemiologica. Corre l’obbligo di precisare, nell’interesse della cittadinanza e del delicato lavoro che in queste ore stanno facendo ASL e Prefettura di Latina, che dette affermazioni non corrispondono al vero. Trattasi di una cena svoltasi in concomitanza della festa di Carnevale, ancor prima delle prescrizioni governative emanate solo nei giorni successivi, e alla quale hanno partecipato circa una sessantina di persone. L’indagine epidemiologica avrebbe ricondotto l’attenzione alla suddetta cena in quanto nei giorni a seguire uno dei soggetti partecipanti, dopo aver avvertito i primi sintomi, è stato sottoposto a tampone. Da bollettino ufficiale al momento sono cinque i casi registrati nel territorio di Fondi. Tra questi, solo due sono le persone che hanno preso parte alla suddetta cena. La ASL ha attivato tempestivamente tutte le procedure previste, individuando le persone per le quali è stato disposto l’isolamento domiciliare. In questa delicata fase di emergenza epidemiologica da Covid-2019, che vede tutte le istituzioni in prima linea a tutela delle comunità e altresì i cittadini attuare responsabilmente comportamenti limitativi del consueto agire quotidiano al fine di circoscrivere il propagarsi dell’epidemia, è quanto mai opportuno diffondere esclusivamente informazioni reali e documentate, al fine di non creare inutili e ancorché dannosi allarmismi». 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social