Il mito di Ulisse a rivivere con un sentiero e un bosco: il progetto a Sperlonga

Il mito di Ulisse a rivivere con un sentiero e un bosco: il progetto a Sperlonga

“Il progetto di realizzare un bosco e dedicarlo ad Ulisse, ha come obiettivo quello di far vivere ai ragazzi e alle ragazze di Sperlonga una esperienza unica di educazione ambientale, di attività civica e di ricerca. E Sperlonga è il luogo ideale per tale progetto e poter restituire idealmente ad Ulisse tutto quello che il mito dell’eroe ha regalato a questo territorio. Il progetto si caratterizza quindi come un volano importante per una serie di attività di valorizzazione ambientale, di didattica e di salvaguardia del territorio oltre che di sviluppo turistico con una nuova attrattiva di forte impatto mediatico”. Lo scrive in una nota l’assessore all’Assetto del Territorio e Beni comuni, Stefano D’Arcangelo. 

“Lo scopo è quello di legare un altro nuovo luogo fisico dedicato ad Ulisse al territorio comunale che ricade nel Parco della Riviera di Ulisse e che ha un importantissimo Museo Archeologico che ospita le sculture di soggetto omerico che illustrano gli exempla virtutis di Ulisse, collocate dall’imperatore Tiberio nella Grotta-Ninfeo della sua villa.

Il bellissimo centro urbano di Sperlonga è legato al mito di Ulisse che l’amministrazione comunale valorizza con mostre ed eventi .La realizzazione di un bosco segna un momento importante per la cittadinanza che fa tesoro del suo passato e dei suoi miti per guardare ad un futuro migliore e per impegnarsi in particolare per la tutela dell’ambiente”.

Stefano D’Arcangelo e Marisa de Spagnolis

Le attività in programma riguardano in particolare, spiega l’assessore, “la bonifica ambientale della collina a ridosso del Museo Archeologico e della grotta di Tiberio, attraversata dal sentiero attrezzato dell’antica via Flacca”; la piantumazione “di un gran numero di alberi sull’area individuata nel corso di almeno 5 anni di intervento attraverso laboratori nelle scuole e con l’aiuto delle strutture comunali, del Parco regionale Riviera di Ulisse e dei gruppi di volontariato ambientale”; infine, “la promozione dei siti archeologici e monumentali costituiti dal Museo Archeologico Nazionale, dell’area della Villa di Tiberio e del Parco regionale della Riviera di Ulisse”.

“Il progetto si avvale della collaborazione di esperti botanici, di istituzioni locali e di un gruppo di associazioni di volontariato”, puntualizza D’Arcangelo. “Il periodo per procedere alle piantumazioni è in autunno e in primavera. Secondo questo calendario naturale si svilupperà tutto il programma di attività previste dal progetto.

Contestualmente, ai lavori di preparazione del terreno e piantumazione dell’area di rimboschimento, il Comune di Sperlonga, sempre in collaborazione con gli studenti locali, con il Parco Regionale Riviera di Ulisse e con la collaborazione di associazioni di volontariato, procederà alla messa in opera della cartellonistica direzionale e di avvicinamento ai luoghi storici e ambientali realizzando così un vero e proprio sentiero ciclo-pedonale denominato ‘Il Sentiero di Ulisse’ che si snoderà lungo la pista ciclabile già realizzata e adeguatamente illuminata. Lungo il Sentiero di Ulisse saranno posati pannelli descrittivi sui ritrovamenti archeologici custoditi nel Museo e disegni sulla mitologia omerica visti con gli ‘occhi degli studenti’ della scuola A. Aspri”.

“E’ questo – dichiarano all’unisono l’assessore D’Arcangelo, la consigliera delegata alle Politiche scolastiche Paola Caporiccio e la delegata alla Cultura Claudia De Simone – un intervento di grande suggestione e valore storico-artistico, culturale e ambientale che punta decisamente a ricostruire funzionalmente il ‘cordone ombelicale’ tra il centro storico, il Museo Nazionale, l’area archeologica della Villa di Tiberio e con il mito di Ulisse”.

La realizzazione del progetto e la sua inaugurazione si svolgeranno nell’ambito della prossima Festa dell’Albero, prevista per il 19 e il 21 novembre. “L’intero progetto si avvale anche dalla qualificata e prestigiosa supervisione scientifica della dottoressa Marisa de Spagnolis, archeologa e delegata del sindaco ai Beni Archeologici del Comune di Sperlonga. In tale contesto non mancheranno momenti importanti di attività ludiche e di laboratorio da parte degli studenti, nonché, interessanti e qualificate performance musicali, teatrali e narrative”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]