Torna a Itri la storica tradizione de “I Fuochi di San Giuseppe”

Torna a Itri la storica tradizione de “I Fuochi di San Giuseppe”

Martedì 19 marzo, a Itri, ritorna la storica tradizione de “I Fuochi di San Giuseppe”.

Una serata magica durante la quale verranno accesi nei diversi rioni del paese immensi falò per celebrare l’arrivo della primavera.

Una manifestazione popolare che ha fuso, attraverso i secoli, aspetti del paganesimo con la religiosità cristiana, facendo così giungere sino a noi i riti arcaici del fuoco. La festa quindi ha origini antichissime e coinvolge attivamente la comunità locale.

Tradizione, gastronomia tipica e musica popolare del territorio, una miscela che riesce ad interessare migliaia di persone che giungono a Itri per partecipare a questa spettacolare festa popolare. Un appuntamento che ha saputo rinnovarsi nel corso delle sue innumerevoli edizioni ed è riuscito a crescere e caratterizzarsi grazie all’impegno organizzativo dei diversi rioni di Itri, del Comune, della Pro Loco e delle numerose associazioni che in sinergia collaborano per la realizzazione dell’evento.

Da diversi anni poi, grazie alla Direzione Artistica musicale di Pierluigi Moschittli, l’evento è riconosciuto a livello nazionale, anche come uno degli appuntamenti di musica e danza popolare più attesi del centro-sud Italia e che richiama migliaia di appassionati.

Una manifestazione, unica nel suo genere, che vede la partecipazione di ben 12 noti gruppi provenienti dalle province di Roma, Latina, Frosinone, Campobasso, Caserta, Napoli, Avellino e che è cresciuta a livello qualitativo e di attrazione, puntando proprio sulla musica popolare e sulla valorizzazione dei prodotti tipici del territorio.

Oltre alla musica e agli artisti di strada infatti, la festa è anche un’occasione per gustare i prodotti tipici itrani, tra cui le zeppole fritte, l’olio e le olive di Itri, il marzolino, la salsiccia.

Insomma, un grande spettacolo in cui divertirsi, per tutti i gusti e per tutte le età!   Il programma 2019 prevede anche l’evento “Aspettando i fuochi” che si terrà domenica 17 a partire dalle ore 15 con “la costruzione del fantoccio” riservata ai bambini, alle ore 16 presso l’aula consiliare, laboratorio di tammorra e tamburello e, alle ore 17 laboratorio di pizzica, alle ore 18 in Piazza Umberto, concerto di “Cafè Lotì” con Nando Citarella, Stefano Saletti e Pejman Tadayon, ore 19. concerto “a ballo” de “I Dissonanti”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social