Un etto d’hashish in cucina, 18enne in manette

Continua incessante, con l’avvicinarsi delle festività natalizie, l’attività di prevenzione e controllo intensifica dal questore di Latina Carmine Belfiore. Nel pomeriggio di ieri, oltre agli equipaggi della Squadra Volante, sul territorio del capoluogo erano presenti anche pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine provenienti dalla Capitale, che hanno perlustrato le zone calde della città, procedendo a posti di controllo ed identificazione di svariati soggetti. Nell’ambito dei servizi posto in essere, un giovane è stato arrestato di droga.

Sulla scorta di informazioni preventivamente acquisite in forma confidenziale nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio e alla vendita al dettaglio di sostanza stupefacente di vario genere, intorno alle 14 gli agenti si sono recati in via Londra, procedendo dove ad alcune perquisizioni domiciliari.

“All’interno di un’abitazione dove era presente un noto pregiudicato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari ospite di un amico, si aveva conferma di quanto confidato”, spiegano dalla Questura. “Proprio dietro ad una cornice della cucina veniva trovato occultato un panetto di sostanza stupefacente di tipo hashish del peso di circa 1 etto“.

La proprietà, nonché la disponibilità della sostanza stupefacente, veniva immediatamente rivendicata dal proprietario di casa, tale B.A., classe 2000, di Latina. Inevitabili, a quel punto, le manette. Contattato il pm di turno, Giuseppe Miliano, in attesa della direttissima il 18enne è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura.

Tutta l’attività della polizia è stata coordinata dal dirigente della Squadra Volante, Celestino Frezza. Al di là dell’arresto, i numeri dei controlli effettuati parlano di 8 posti di controllo in centro città, 115 le persone identificate, 63 mezzi passati in rassegna, 12 infrazioni al Codice della Strada rilevate, di cui 5 per l’uso del telefonino alla guida.