Pontinia allagata, si lavora senza sosta per limitare i danni

Pontinia allagata, si lavora senza sosta per limitare i danni

Una città sott’acqua, dalle campagne al centro storico dove il livello ha raggiunto i 50 centimetri. E poi cantine allagate, negozi, seminterrati, magazzini, enormi i danni ancora da quantificare. E’ quanto accaduto nelle ultime ore a Pontinia che ha registrato l’esondazione del fiume Sisto e anche del canale Botte. “I danni sono davvero molti, troppi – ha commentato il consigliere di opposizione Paolo Torelli – sono andato personalmente in giro per constatare la situazione e vorrei ringraziare i vigili del fuoco e la protezione civile che nelle ultime ore hanno davvero fatto molto per la cittadinanza. Tuttavia, benché le precipitazioni siano state davvero abbondanti, una situazione sicuramente eccezionale, dobbiamo chiederci se effettivamente in termini di manutenzione siano stati effettuati interventi puntuali e continui. Mi rifersico soprattutto al lavoro che compete al Consorzio di Bonifica”. Una cosa sembra comunque essere certa e cioè che davanti cambiamenti climatici significativi sarà probabilmente necessario ripensare anche agli interventi di manutenzione ordinaria. Domani resterà chiusa a Pontinia la scuola di Borgo Pasubio mentre in città come nelle campagne, si continua a lavorare per limitare i danni. Ma c’è anche chi per sdrammatizzare ha improvvisato una mattinata di pesca con tanto di canne o reti, o chi ha percorso le strade del centro in canoa.

Comments are closed.

h24Social
[ff id="2"]