Zona logistica semplificata, La Penna (Pd): “Un’opportunità da cogliere per la provincia di Latina”

Zona logistica semplificata, La Penna (Pd): “Un’opportunità da cogliere per la provincia di Latina”

“Lo sviluppo delle zone portuali è un fattore importantissimo per la competitività dell’intera provincia di Latina e l’iter amministrativo volto all’istituzione della zona logistica semplificata delle aree portuali del tirreno avviato dalla Regione Lazio punta a migliorare le condizioni di sviluppo delle aree coinvolte e promuovere l’attrazione di investimenti, la competitività, i livelli occupazionali, una chance importante per il nostro territorio”. Lo dichiara il consigliere regionale del Partito Democratico Salvatore La Penna.

“Al Piano di Sviluppo Strategico – spiega il consigliere pontino – lavorerà, di concerto con l’Autorità Portuale ed i Comuni coinvolti, un gruppo di esperti nel campo della programmazione territoriale e del diritto amministrativo. Successivamente il Piano verrà fatto pervenire al Consiglio dei Ministri per la richiesta di approvazione. Tra i numerosi vantaggi derivanti dalla creazione di una ZLS c’è la definizione di una massiccia opera di semplificazione amministrativa che faciliterà l’insediamento in queste aree di molte aziende: tempi ridotti per l’ottenimento di autorizzazioni e nulla osta, esenzioni e agevolazioni fiscali e doganali. Insomma una vera e propria “zona a burocrazia zero” come l’ha definita il Presidente Nicola Zingaretti che, insieme agli Assessori Mauro Alessandri e Gian Paolo Manzella ha presentato il progetto negli scorsi giorni.

Lo sviluppo delle zone portuali è un fattore importantissimo per la competitività di Gaeta, del sud pontino e di tutta la provincia di Latina. Ancora una volta l’amministrazione regionale si sta spendendo per creare le condizioni di una crescita solida e duratura della nostra economia. Strumenti come quello della creazione di una ZLS rappresentano una reale soluzione alla domanda di semplificazione e agevolazione che ci arriva dagli operatori del settore. Tutto il comparto portuale e l’indotto – conclude La Penna – potranno trarne grande giovamento. Meno burocrazia significa meno spese per le imprese, più velocità, maggiori chance di accedere ai finanziamenti europei e più occupazione”.

Comments are closed.

h24Social