Itri, Santuario della Civita: oltre 1000 fedeli per il pellegrinaggio di Fondi

Itri, Santuario della Civita: oltre 1000 fedeli per il pellegrinaggio di Fondi

Grande afflusso di devoti ieri al Santuario della Civita. Oltre 1.000 i fedeli hanno partecipato all‘apertura del mese di maggio al Santuario mariano in coincidenza del 1 maggio, festa di San Giuseppe Lavoratore e festa civile del lavoro. Il grande pellegrinaggio di Fondi, tenuto a piedi, ha attraversato le montagne per circa 30 Km nella notte, ed arrivato alle prime ore al luogo mariano. Ad accogliere il consistente gruppo di pellegrini sono stati i sei padri passionisti della comunità di Itri-Civita, ai quali è affidato dall’arcidiocesi di Gaeta il Santuario della Protettrice, fin dal 1985. Si è trattata di una vera e propria marcia della pace in onore della Madonna che ha dato l’avvio al mese mariano al Santuario più frequentato del Lazio Sud.

La prima messa, alle ore 9.00 è stata celebrata da padre Francesco Vaccelli; la seconda, quella delle 10,30 da padre Cherubino Di Feo; quella specifica per i pellegrini di Fondi è stata celebrata da padre Emiddio Petringa, superiore e rettore; quella delle 12.00 da padre Antonio Rungi, vice-superiore e concelebrata da padre Giuseppe Comparelli e padre Carlo Cautillo, della comunità di Falvaterra, che hanno aiutato anche nelle confessioni. Nel pomeriggio le sante messe delle ore 17.00 e 18.00 sono state celebrate, rispettivamente da padre Cherubino e padre Francesco, ugualmente molto affollate come quelle della mattinata. Insomma, un via vai di pellegrini per il 1 maggio e per l’inizio del mese mariano in onore della Beata Vergine.

Durante il mese di maggio saranno diversi i pellegrinaggi che saliranno alla Civita per onorare la Madonna e camminare sulle orme di Maria, Madre di Dio, che su questo Monte è onorata dal 1000. Nei prossimi giorni feriali e festivi sono in programma i pellegrinaggi di Itri, Formia, Sperlonga, Gaeta, Minturno, Pico, San Giovanni Incarico, Roccasecca, Lenola altre località delle Province di Latina e Frosinone, nonché dell’Alto Casertano e della Campania.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social