Valentina Pappacena, sfratto agli occupanti del mercato settimanale

Valentina Pappacena, sfratto agli occupanti del mercato settimanale

Il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, non abbandoni le famiglie che hanno occupato i locali del Comune nell’area del mercato settimanale”. A lanciare questo appello è Valentina Pappacena, presidente di Valore Donna – associazione di promozione sociale, che si sta prendendo cura dei nuclei disagiati che si trovano ad occupare abusivamente.

“La storia è sempre la stessa, di cui sono piene le pagine di cronaca, a cui nessuno fa più caso. È però qui, dove si insinua l’indifferenza, che vince la disperazione di queste famiglie” – racconta Pappacena. “Ci sono diversi locali di proprietà comunale nell’area del mercato, alcuni piuttosto che uffici sono dei veri e propri appartamenti. Oggi questi locali sono tra quelli inseriti nel bando pubblicato dal Comune per essere dati in affitto alle associazioni del capoluogo che ne faranno richiesta ed avranno i requisiti per ottenerli. Noi invece chiediamo all’amministrazione Di Giorgi, che ha sempre detto di avere il sociale a cuore, di togliere quei locali dal bando per lasciarli a chi vi ha trovato un appoggio. Oppure il Comune trovasse una sistemazione alternativa a quelle famiglie, di cui non vogliamo giustificare il gesto, ma ne comprendiamo le motivazioni”.

Le famiglie che hanno occupato gli stabili comunali nella zona del mercato sono composte da persone che hanno perso il lavoro e non hanno più avuto la capacità di fermare i debiti che, mese dopo mese, gravavano sempre di più sulle loro possibilità economiche. Uno di questi appartamenti è oggi occupato da una famiglia composta da padre e madre di giovane età e dalla loro bambina di otto mesi. “Naturalmente non siamo contrari all’assegnazione di locali di proprietà pubblica alle associazioni della città, se questo è per promuoverne lo sviluppo sul territorio. Però non si può pensare che esse vengano prima dei soggetti a cui andranno a fare del bene. Il Comune invece ha deciso che, fra meno di una settimana, dovranno sgomberare i locali. Questa famiglia, che non sa di cosa vivere, dove andrà? La soluzione per questo e per gli altri nuclei non può essere sempre protestare con le tende a Piazza del Popolo per essere ascoltati, oppure essere sbattuti da un albergo all’altro a causa della disorganizzazione del Comune. È arrivato il momento che l’amministrazione Di Giorgi si prenda le proprie responsabilità nei confronti delle persone che per troppo tempo ha ignorato”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social