A NOCI DI SCENA UNA BUONA CAPORICCIO

Accolto con entusiasmo l’invito della Pallamano Intini Noci per dar vita alla terza edizione del Trofeo Angelo Intini, l’HC Caporiccio si è presentata in terra pugliese con l’intenzione di fare bella figura al cospetto della squadra di casa costruita per vincere nel massimo campionato italiano e per affrontare degnamente la prima competizione europea della sua storia. Ne è venuto fuori un match piacevole, in cui i rossoblù hanno cercato con grande attenzione di opporsi al maggior tasso tecnico dei biancoverdi ed alla loro migliore condizione atletica. Gli uomini di mister Trapani, infatti, hanno iniziato la preparazione dieci giorni prima della truppa di De Santis e già sabato prossimo saranno protagonisti della sfida con il Conversano per la Supercoppa Italiana. I ragazzi fondani hanno iniziato la partita senza timori reverenziali, mostrando una buona fase difensiva che permetteva loro di portarsi avanti sul 5-1 e tenere il risultato fino al 10-10; a questo punto veniva fuori il Noci, piazzando l’allungo che si sarebbe rivelato decisivo. Il punteggio al termine del primo tempo era 19-14 per i padroni di casa, che nella ripresa controllavano la partita e rimpinguavano il vantaggio fino al 34-27 finale. Davanti ad un folto pubblico erano quindi i biancoverdi ad alzare il Trofeo Intini ma anche in casa rossoblù le note positive erano senza dubbio maggiori di quelle negative, come emerge dalle parole del tecnico De Santis: “Mi sembra che la mia squadra abbia fatto molto bene nella prima uscita stagionale, e in un’importante manifestazione quale quella di Noci. Non avendo provato finora nuovi schemi o soluzioni offensive, ci siamo affidati inizialmente alla collaudata difesa della scorsa stagione, chiudendo gli spazi agli attacchi avversari con grande attenzione e mostrando già delle buone ripartenze. Nel prosieguo della gara abbiamo provato nuove soluzioni difensive che ci potranno essere utili per una stagione che si preannuncia molto dura. Sono soddisfatto di come i ragazzi hanno interpretato la partita”. L’allenatore fondano ha ruotato molto gli uomini a sua disposizione: “Le condizioni atletiche non ci consentivano molti minuti di autonomia, per cui ho cercato di impiegare tutti per un minutaggio ridotto”. Il tecnico rossoblù ha portato a Noci anche i sei under, di cui quattro del 1995, aggregati alla prima squadra, dai quali ha ricevuto buone risposte; il loro utilizzo ha supplito alle assenze di Vincenzo Di Manno, Gionta e Zizzo che sono indietro nella preparazione. Commenti positivi verso il team rossoblù sono giunti anche dai numerosi addetti ai lavori che hanno assistito al match, giudizi che rallegrano il presidente Cardinale: “Ringrazio ancora la Pallamano Noci ed il suo presidente Cammisa per averci concesso questa possibilità di misurarci con un avversario così forte e cogliere preziose indicazioni per il nostro organico. Auguro alla società pugliese di svolgere nel campionato di A Élite quel ruolo di protagonista che merita”.


You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]