NUOVO TRASPORTO URBANO A TERRACINA, I PREZZI RESTANO INVARIATI

Nicola Procaccini

“Una piccola rivoluzione per la città”: così il sindaco Nicola Procaccini ha presentato il nuovo servizio di trasporto urbano comunale affidato per i prossimi nove anni al Consorzio Trasporti Italiani. La conferenza stampa organizzata a Piazza Mazzini è divenuta una vera e propria cerimonia di presentazione ufficiale alla cittadinanza, con i nuovi e confortevoli autobus in bella mostra, le parole dell’amministrazione comunale, l’intervento del presidente del Co.tr.i. e la benedizione di Don Isidoro ai mezzi, ma soprattutto ad autisti e passeggeri.

“È una svolta importante per il trasporto pubblico cittadino – ha assicurato il sindaco – che apporterà miglioramenti sia quantitativi che qualitativi”.

I sette mezzi già su strada dal 1 luglio (e gratuiti per i primi dieci giorni) saranno presto affiancati da altri tre per soddisfare la crescente domanda dei mesi estivi, mentre il servizio sarà a regime da settembre, con l’aggiunta di sette scuolabus.

“Un’organizzazione ottimale del trasporto pubblico riduce il traffico e aiuta la salvaguardia dell’ambiente – ha commentato Procaccini – è la testimonianza di una politica amministrativa attenta ai bisogni di chi, per ragioni fisiche o economiche, ha difficoltà di spostamento e assume una forte valenza simbolica: collegare persone e territori significa contribuire all’unità della comunità”.

“Ringrazio l’ex assessore Loreto Maragoni – ha esordito l’attuale uomo di fiducia del sindaco per le Politiche ambientali e dei trasporti Ezio Longo – e gli uffici che, con un grande lavoro, ci hanno permesso di giungere in tempi brevi alla soluzione di un problema chiave per la vivibilità di Terracina. L’obiettivo di questa amministrazione sarà la creazione del Polo dei Trasporti e la definizione di un piano di mobilità integrata che garantisca collegamenti efficienti tra il centro cittadino e le periferie e serva in maniera perfetta la stazione ferroviaria, le autolinee Cotral e il porto di Terracina”.

“Ci troviamo nella fase iniziale, in cui il servizio può e deve essere migliorato grazie allo studio delle esigenze specifiche del territorio e dei suoi abitanti – ha precisato Antonio Pompili, presidente del Co.tr.i., rivolgendosi ai cittadini – Siamo a vostra completa disposizione per eventuali suggerimenti”. E sin da subito non solo mancate proposte e richieste di rassicurazioni, soprattutto in tema di puntualità e attenzione ai disabili.

Il costo del nuovo servizio sfiorerà i dodici milioni di euro e sarà interamente coperto dal finanziamento regionale, dalla pubblicità sui mezzi e dal pagamento dei biglietti, il cui prezzo è rimasto invariato: 0.80 euro a terra e 1 euro a bordo. Al Comune resterà solo l’onere del trasporto scolastico che, però, si ha tutta l’intenzione di integrare con quello urbano.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social