CONTROLLI SULLA TRACCIABILITA’ DEL PESCE A FORMIA, ELEVATE SANZIONI PER 5000 EURO

Cinquemila euro di verbali per mancata tracciabilità ed etichettatura del pescato sono stati elevati nella mattina di oggi a una pescheria e a tre ambulanti operanti a Formia. Il blitz, partito da una segnalazione dell’associazione Rete dei Valori, ha visto in azione i militari della Capitaneria di Porto, comandanti dal capitano Marco Vigliotti, e gli agenti della Polizia Municipale diretti dal comandante Rosanna Picano. Tre in totale le pescherie controllate mentre cinque sono stati gli ambulanti. Le verifiche proseguiranno anche nei prossimi giorni nell’ambito di un piano di tutela dei consumatori e della qualità dei prodotti pescati. A ogni buon conto, fa presente il comandante Vigliotti: “La qualità del pesce in vendita a Formia è buona e le pescherie, seppure dai controlli effettuati una è risultata non in regola, tutelano ampiamente gli avventori”. Oltre alle verifiche a terra, inoltre, la Guardia Costiera fin dalle prime luci dell’alba, e nel corso di tutta la giornata, ha svolto anche servizio in mare. I controlli hanno interessato il rispetto delle regole del codice della navigazione nonché un attento monitoraggio delle coste dalla riviera di levante a quella di ponente al fine di rilevare eventuali scarichi abusivi. Da questo punto di vista non sono state evidenziate anomalie.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social