GUARDIA COSTIERA AL LAVORO: DENUNCE E CONTROLLI NEL GOLFO. SALVATE CINQUE PERSONE SU UN PATTINO A VINDICIO DI FORMIA

Gommone B30 della Guardia Costiera

Salvataggi e denunce da parte della Capitaneria di Porto hanno caratterizzato la prima settimana d’estate nel Golfo di Gaeta che, come anticipato nella presentazione della operazione “Mare Sicuro 2011”, ha il grande dispiegamento di uomini e mezzi già in fase esecutiva dal mese di maggio.

Come voluto dal comandante Francesco Tomas si è provveduto a monitorare e vigilare l’intero litorale gaetano procedendo a oltre quaranta controlli a mare e a terra e a contestare due violazioni al codice della navigazione per due unità da diporto per irregolarità nei documenti e sette verbali per violazione della ordinanza balneare (principalmente per il non corretto impiego dell’assistente bagnante). I controlli sono stati finalizzati anche per contrastare quel fenomeno dell’occupazione abusiva delle spiagge libere che, per questa settimana, proprio per la massiccia presenza dei guardacoste è stato efficacemente contrastato.

Nel tardo pomeriggio di domenica la Capitaneria ha poi proceduto al salvataggio di cinque persone (tre adulti e due bambini) a bordo di un pattino alla deriva a causa del vento forte in zona Vindicio. Sul posto è intervenuto il gommone B30 della Guardia Costiera di Gaeta traendo in salvo le persone che, ormai in balia delle onde, erano in evidente stato di agitazione.

La presenza a mare e sulle spiagge da parte del personale della Guardia Costiera di Gaeta continuerà ininterrottamente per tutta l’estate al fine di garantire il libero e sicuro utilizzo delle spiagge.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social