LABORATORIO TEATRALE A GAETA, GLI STUDENTI SUL PALCOSCENICO

Anche quest’anno l’istituto comprensivo “Principe Amedeo” di Gaeta, con la scuola primaria “Don Bosco” e la scuola dell’infanzia, ha realizzato un laboratorio teatrale per “arricchire l’azione educativa”, coinvolgendo gli alunni in simpatici progetti di drammatizzazione e scenografia. Attraverso il gioco, quindi, i bambini hanno imparato a “costruire” uno spettacolo, diventando attori, scenografi, sceneggiatori, dando sfogo a fantasia e creatività. Stare insieme per ideare, costruire, divertirsi, darsi regole precise, ha dato loro l’opportunità di misurarsi con le proprie potenzialità, imparando a rispettarsi, a esprimersi, a mettere le proprie capacità a servizio dell’obiettivo comune. Giocare, quindi, ma anche crescere, prevenire eventuali disagi, gioire, condividere, socializzare. Fare esperienza di
“teatro” come “luogo in cui i sogni si realizzano”. Quest’anno, poi, la grande novità è stata quella di coinvolgere non solo la scuola nella sua globalità (dai docenti ai genitori, dal dirigente scolastico agli alunni stessi), ma di sviluppare il progetto in sinergia col territorio, collaborando con i Servizi Culturali Integrati del Comune e in particolare con l’Assessorato alla Cultura e la Biblioteca Comunale “Salvatore Mignano”. In biblioteca, infatti, sono stati scelti
i libri da cui trarre spunto per spettacoli da mettere in scena. Libri di autori italiani e stranieri che hanno negli anni partecipato alle varie edizioni del Premio Letterario Internazionale “Città di Gaeta” dedicato alla Letteratura di Viaggio e di Avventura, la cui giuria è presieduta da Folco Quilici. Ebbene, scelti i libri, i ragazzi, coordinati dalle insegnanti e diretti da Maurizio Stammati e dai suoi collaboratori (Carlo De Meo, Tonia Garante, Margherita Vicario e Pasqualina De Santis) hanno realizzato originalissimi spettacoli che rappresenteranno nel cortile della scuola “Don Bosco” dal 23 al 27
maggio prossimi. “In viaggio con la zattera del teatro” è il titolo generale della “settimana teatrale” che chiude i percorsi suddivisi per classi e per età tenuti nel corso dell’anno e patrocinati dalla Regione Lazio. Il dirigente scolastico Maria Angela Rispoli, con i docenti e gli stessi alunni, invitano la città a partecipare agli spettacoli che inizieranno alle 20. Soltanto per il 23 maggio l’orario è anticipato alle 18 perchè sul palcoscenico saliranno i bambini della scuola dell’infanzia con lo spettacolo “In viaggio con i sogni”. Alle 20.30 le classi prime con “La fuga dal Circo”. Il 24 maggio sarà la volta delle classi seconde con “Il profondo mare blu”; il 25 delle terze con “Atlantide verso Atlantide” e il 26 delle quarte con “Ma ‘ndo sta Yuruparì?”. La settimana si chiuderà il 27 maggio con “Un volo magico” rappresentato dalle classi quinte. Il ringraziamento della scuola va alle Officine Culturali della Regione Lazio, alla Provincia di Latina, al Comune di Gaeta, al Sistema Bibliotecario Sud Pontino, a Maria Grazia Zona responsabile della Biblioteca “Mignano”
e referente per il Premio Letterario “Città di Gaeta”, a Rossana Esposito dell’Università “Federico II” di Napoli, ideatrice del Premio, a Sandra Cervone, addetto stampa del Premio, al Teatro Bertolt Brecht di Formia, a Libera Scena Ensemble di Napoli, all’Associazione Fuoriquadro di Gaeta. E un abbraccio corale  a Maurizio Stammati e ai suoi collaboratori per la professionalità, l’amore e l’entusiasmo con cui hanno lavorato e giocato con i bambini. Ma il “grazie” più affettuoso ai veri protagonisti del progetto di teatro-scuola: ai piccoli attori e agli sceneggiatori in erba.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social