Picchia violentemente la ex moglie, arrestato per tentato omicidio 73enne

Il Commissariato di Fondi

Nella mattinata odierna, personale del Commissariato Distaccato di Pubblica Sicurezza di Fondi ha tratto in arresto in flagranza di reato C. A. di anni 73, indagato per i reati di tentato omicidio, lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia ai danni dell’ex moglie.

Nello specifico il personale di Polizia, impiegato in servizi di Controllo del Territorio, interveniva presso un’abitazione sita alla periferia del comune di Fondi, perché era stata segnalata una violenta lite in famiglia.


Giunti sul posto, i poliziotti intervenuti trovavano già personale del locale 118 intento a prestare i soccorsi alla donna, visibilmente ferita e nelle vicinanze anche l’ex marito che appariva in stato confusionale.

Poco distante dal luogo ove si trovava la persona soccorsa, veniva rinvenuta anche una sbarra di ferro, poi sottoposta a sequestro.

Ipotizzando che la sbarra potesse essere stata utilizzata per l’aggressione, l’ex marito veniva immediatamente accompagnato presso gli Uffici di Polizia per accertamenti.

La donna ricoverata presso il nosocomio di Terracina, in gravissime condizioni per le ferite al capo agli arti e al busto subite, riusciva ad esternare al personale di Polizia di essere stata aggredita dall’ex marito con una sbarra di ferro a seguito dell’ennesimo litigio avvenuto nella mattinata, prima di essere trasportata in prognosi riservata presso un nosocomio di Roma in eliambulanza.

Tenuto conto del quadro indiziario raccolto il C.A. veniva dichiarato in arresto notiziando il Sostituto Procuratore di turno dottoressa G. Orlando che disponeva la traduzione in carcere dell’arrestato per la successiva convalida del G.I.P.