Terracina, parte l’Amministrazione Tintari: ecco la giunta

7 assessori più il sindaco: 5 uomini e 2 donne a fare compagnia alla prima cittadina. Fdi forza principale con 3 deleghe chiave

Terracina, parte l’Amministrazione Tintari: ecco la giunta

Parte la nuova amministrazione di Terracina. Nella giornata di ieri la neo prima cittadina Roberta Tintari ha presentato la sua squadra, ovvero, la nuova giunta. Tra nomi nuovi e conferme pre elettorali, non ci sono stati grandi colpi di scena rispetto alle indiscrezioni delle ultime settimane, le stesse servite dopo la proclamazione dell’elezione, a far sì che si disegnasse il nuovo assetto dell’esecutivo locale.

La composizione vede la Giunta che fa capo alla Tintari rappresentata da 8 persone compresa la prima cittadina: 3 le donne, 5 gli uomini per un totale di 8 membri. 3 gli incarichi in quota Fratelli d’Italia (Marcuzzi, Zomparelli e Di Leo), 2 per la civica Insieme (Cerilli, Di Tommaso), 1 a Uniti e Liberi (Zappone) e 1 a Cambiamo (Annarelli).

Il numero due dell’Amministrazione con l’incarico di vice sindaco è andato – come da previsioni – a Pierpaolo Marcuzzi che ha assunto anche diverse deleghe, tra cui quelle importanti di Urbanistica, pianificazione territoriale, edilizia privata e pubblica, usi civici, condoni, insieme ai servizi cimiteriali e toponomastica. Una sorta di super assessorato più l’incarico di prestigio di vice sindaco.

L’assessorato alle Opere e Lavori Pubblici, integrato anche dallo Sviluppo delle periferie, infrastrutture, arredo urbano, viabilità, nonché manutenzione delle strade e degli uffici pubblici è stato assegnato a Danilo Zomparelli. A chiudere il terzetto degli assessorati chiave tutti in quota Fratelli d’Italia Davide Di Leo che assume il delicato incarico al Bilancio e programmazione finanziaria. Assegnate a lui anche le deleghe al patrimonio comunale, fondi finanziari extra-comunali, politiche del lavoro, e regolamenti comunali.

Tra gli uomini, ad Alessandro Di Tommaso la poltrona di assessore ai Servizi sociali, insieme alle deleghe collegate dell’emergenza abitativa, accorpate a quella dell’istruzione pubblica e privata, l’integrazione, le politiche giovanili e il servizio civile. Mentre Giovanni Annarelli, assume l’incarico di assessore alle Attività produttive con delega all’economia, commercio, trasporti, Suap e caccia e pesca.

Le altre due donne in giunta: Barbara Cerilli, diventa assessore alla Cultura e turismo, sport, valorizzazione beni archeologici e monumentali, nonché al demanio, affari istituzionali. Infine, ma non certo da ultima, la delega all’Ambiente per Emanuela Zappone che di fatto diventà la responsabile dell’assessorato green ottenendo anche le deleghe alla mobilità sostenibile, parchi pubblici, manutenzione del verde, tutela degli animali, politiche per l’innovazione e smart city.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social