Impiccato a un ponte, rinvenimento choc a Fondi

Il cadavere di un uomo impiccato a un ponte alla periferia di Fondi. Un rinvenimento choc avvenuto la scorsa notte, quando erano circa le 2.

A notare casualmente il corpo esanime è stato un ragazzo che transitava nei pressi del passaggio in questione, un ponticello situato su via Ponte rotto, nella frazione di San Magno. Poco dopo è stato lanciato l’allarme, che oltre ai sanitari del 118 e ai vigili del fuoco ha portato sul posto i carabinieri della Tenenza locale.


Il corpo era di un 34enne nativo della Romania ma da tempo residente in città. Un muratore sposato e apparentemente senza particolari problemi, che secondo gli accertamenti degli investigatori si è tolto la vita. Nessun biglietto d’addio o comunicazione di sorta, prima del presunto suicidio. Che ha fatto muovere la Procura di Latina, con il sostituto procuratore Antonio Sgarrella che ha disposto l’autopsia.

L’esame, che secondo i primi rilievi non dovrebbe comunque portare a colpi di scena rispetto le ricostruzioni dell’accaduto, si terrà nella giornata di domani presso la camera mortuaria del cimitero comunale, dove a margine del recupero la salma del 34enne è stata trasferita dalle onoranze funebri Sant’Anna.