Isola ecologica a Campodimele: arriva il chiarimento a firma del sindaco Zannella

Isola ecologica a Campodimele: arriva il chiarimento a firma del sindaco Zannella

La politica degli allarmismi inutili. Continuano gli sgangherati attacchi del gruppo di minoranza al Sindaco e all’Amministrazione comunale”.

Esordisce con queste parole il sindaco di Campodimele Roberto Zannella nel proprio comunicato diffuso in queste ore a mezzo stampa. “Mi riferisco – continua il Sindaco – in particolare a quanto apparso su Facebook e divulgato con manifesti dal gruppo consiliare di Evviva Campodimele dopo il consiglio comunale del 14 maggio 2019 in merito alla delibera adottata per la realizzazione di un’isola ecologica.

Si tratta, senza mezzi termini di propaganda falsa e ingannevole.

Roberto Zannella, sindaco di Campodimele

Il gruppo di minoranza, prima di rendere pubbliche quelle che sono mere illazioni, travisando la realtà e creando inutili allarmismi tra la popolazione, dovrebbe trovare un po’ più di tempo per informarsi sulle disposizioni normative che regolano l’istituzione dei centri di raccolta Comunali (c.d. “stazioni ecologiche”) e sulla differenza tra “centro di raccolta” “discarica” e/o “impianto di smaltimento”. A tale proposito, sicuro di fare cosa grata al gruppo di minoranza, segnalo la normativa di riferimento in materia, il D.lgs. nr. 152/2006 e il D.M. 08.04.2008.

Continuare a dare un’immagine distorta del nostro amato paese non fa bene a nessuno. Non fa bene a noi che ci viviamo; non fa bene al turismo; non fa bene alle attività commerciali; non fa bene ai ristoratori.

Se il gruppo di minoranza vuole far credere artatamente che nel Consiglio del 14 maggio 2019 sia stata deliberata la creazione di una discarica o di un impianto di smaltimento di rifiuti, è in malafede ed è irrispettoso non solo verso l’Amministrazione comunale ma anche e soprattutto nei confronti di voi Cittadini.

In realtà, nella seduta del 14 maggio 2019 Consiglio Comunale ha solo individuato i terreni che, secondo quanto stabilito dal D.M. 08.04.2008, hanno le caratteristiche per la realizzazione di un centro di raccolta comunale (o “stazione ecologica”), una struttura di dimensioni ridotte allestita esclusivamente per il raggruppamento temporaneo dei rifiuti urbani per frazioni omogenee raccolti sul territorio comunale conferiti dai cittadini e da eventuali aziende locali.

Quanto ai rapporti con il Consorzio Industriale Sud Puntino, ente che ha presentato il progetto al quale ha aderito anche il Comune Campodimele, essi si sostanziano nei seguenti punti:

  • Le due particelle (322 e 434 del foglio 10), per complessivi mq. 11.500 circa, vengono acquistate dal Comune di Campodimele e cedute al Consorzio Industriale sud Pontino per mq 2.500 circa;
  • Il centro di raccolta verrà gestito esclusivamente dal Comune di Campodimele;
  • Successivamente il centro di raccolta passerà nella piena disponibilità e proprietà del Comune di Campodimele.

Come Sindaco e come Amministrazione abbiamo dimostrato negli anni di avere particolarmente a cuore il rispetto dell’ambiente, ottenendo non a caso da Legambiente il riconoscimento di “Comune RICICLONE”.

Questa Amministrazione non ha mai scaricato né ha mai pensato di scaricare rifiuti sotto le vostre abitazioni e non permetterà ad altri comuni di utilizzare la nuova isola ecologica .

In politica c’è chi cerca di realizzare e chi cerca di distruggere. Noi facciamo parte della prima categoria”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]