Dalla Turchia al Portogallo, il “Tallini” in partenza per una nuova meta

Dalla Turchia al Portogallo, il “Tallini” in partenza per una nuova meta

Stephanie Prats e Giacomo Marcantonio (redazione Tallini a 360°)

Dopo il viaggio in Turchia svoltosi nel febbraio scorso, il Tallini si prepara per una nuova partenza. La seconda tappa del percorso, porta gli studenti in Portogallo dal 5 al 12 maggio 2019. Il progetto di Scambio Scolastico denominato “Bridge for a Brighter Future” della durata di due anni vede coinvolte cinque scuole europee: la Nazilli della Turchia, la Tertnes della Norvegia, l’Albertus Magnus-Gymnasium della Germania, il Agrupamento di Costancia in Portogallo e l’IIS Fermi-Filangieri dell’Italia. La scuola coordinatrice è proprio l’istituto di Formia e il responsabile del progetto è il professor Antonello Carollo, docente presso l’istituto Tecnico per Geometri B. Tallini di Penitro.

L’obiettivo principale è quello di promuovere l’educazione all’imprenditorialità tra i giovani tanto che, nelle cinque città coinvolte sono stati individuati i principali settori con maggiori possibilità di sbocchi occupazionali: in Turchia il settore agricolo, in Portogallo quello turistico, in Norvegia il settore della pesca, in Germania il settore dell’industria chimica e in Italia il settore del turismo ad indirizzo storico archeologico.

In Portogallo si recheranno sei studenti: Stephanie Prats, Arcangelo Migliore, Annamaria Ciervo, Giusy Santonicola, Alessio Chirco e Matteo Di Russo, accompagnati dai docenti A. Carollo e G. Burricco. Gli alunni verranno ospitati dalle famiglie portoghesi che successivamente verranno accolti in Italia ed alloggeranno presso le famiglie degli studenti del Tallini. Le attività previste per ogni meeting saranno le seguenti: visita alle principali realtà economiche presenti nella città ospitante, workshop tenuti da tecnici del settore che illustreranno agli studenti modi e tempi per potersi inserire in quella realtà lavorativa, gare tra studenti volte a far
comprendere principalmente i punti deboli delle attività previste. Si effettueranno inoltre visite alle principali facoltà universitarie a Lisbona.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social