Santuario della Madonna della Civita: l’orario estivo delle celebrazioni liturgiche

Santuario della Madonna della Civita: l’orario estivo delle celebrazioni liturgiche

Sul sito internet del santuario (www.santuariodellacivita.com), recentemente riattivato ed aggiornato è stato pubblicato il nuovo orario estivo delle sante messe, che verranno celebrate, durante la settimana, nei giorni prefestivi e nelle domeniche e solennità.

Anche sui social, sui profili e pagine di Facebook e su Whatsapp i padri passionisti hanno diffuso il nuovo orario per favorire la partecipazione dei fedeli e dei devoti della Madonna della Civita alle sante messe e varie altre iniziative che si terranno al santuario nel mese di agosto, visto che si è alla conclusione del mese di luglio.

Otto i padri passionisti che fanno parte della Comunità Itri-Civita: Emiddio Petringa (Superiore-Rettore); Antonio Rungi (Vice-superiore), delegato al momento al servizio nella parrocchia di Campodimele; Cherubino Di Feo, Costantino Giuseppe Comparelli (da pochi giorni giunto ad Itri da Falvaterra); Mario Caccavale (Ammnistratore parrocchiale di Campodimele); Mario Corvino (Vicario Parrocchiale della Madonna del Carmine e di Santa Teresa in Formia); Francesco Vaccelli (Confessore del Santuario); Luigi Donati (Amministratore parrocchiale di Pastena). In base ai compiti e alla disponibilità dei religiosi viene garantito il servizio continuo al Santuario, soprattutto nelle domeniche e solennità.

Questo l’orario in vigore ad Agosto e inizio settembre: ore 11.00 e ore 17.00 (feriale); ore 11.00-17.00 e 19.00 (prefestivo); ore 8.00-9.00-10,30-12.00; 17,00-18.00 e 19.00 (domenicale e festivo).

La messa delle ore 19.00 si celebra all’aperto nello spiazzale antistante il santuario, tempo meteorologico permettendo, altrimenti si celebra in chiesa, dal momento che è in funzione da tre anni l’ascensore utile per le persone diversamente abili e per gli anziani con problemi di deambulazione.

Con la chiusura definitiva del Convento di Falvaterra, altri due religiosi hanno scelto di venire a far parte della comunità dei passionisti di Itri-Civita sia per il servizio al santuario, in primo luogo, sia per gli impegni pastorali che già svolgevano a servizio della Diocesi di Gaeta, soprattutto con la parrocchia di Pastena.

Una comunità consistente che deve fare i conti con l’età e la condizione di salute dei rispettivi religiosi. Il più anziano ha 83 anni, il più giovane ne ha 58. Il servizio al santuario, al Convento cittadino di Itri, alle parrocchie di Formia, Campodimele e Pastena impegna i religiosi a tempo pieno, svolgendo il ministero tipico della Congregazione della Passione di Cristo, fondata da San Paolo della Croce e che nel 1726 per diversi mesi, visse, insieme al fratello Giovanni Battista, come eremita al Santuario della Civita. E da domani, domenica, si intensificano i pellegrinaggi da varie località che, ogni anno, raggiungono il santuario a piedi o in pullman per la visita annuale alle Madonna di Costantinopoli, giunta al Monte Civita.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social